News

Penny Dreadful termina dopo 3 stagioni

News
Alessio Meneghini
Alessio, nato a fine luglio del 1995 a Venezia, si appassiona fin dalla nascita del mondo Nerd. La sua passione nasce grazie ai supereroi (principalmente della DC Comics) e si amplifica con l’arrivo della Playstation all’età di 6 anni, la quale lo aiuta ad entrare nel mondo videoludico. Crescendo la sua passione raggiunge nuovi orizzonti, quali la passione per il cinema e per le serie TV; tra le sue serie TV “preferite” [..]

Alessio, nato a fine luglio del 1995 a Venezia, si appassiona fin dalla nascita del mondo Nerd. La sua passione nasce grazie ai supereroi (principalmente della DC Comics) e si amplifica con l’arrivo della Playstation all’età di 6 anni, la quale lo aiuta ad entrare nel mondo videoludico. Crescendo la sua passione raggiunge nuovi orizzonti, quali la passione per il cinema e per le serie TV; tra le sue serie TV “preferite” [..]

Per coloro che hanno già visto il doppio finale della terza stagione di Penny Dreadful non sarà una sorpresa leggere questa notizia, in quanto, alla fine dell’ultimo episodio appare la scritta “The End” e questo fa capire che, purtroppo, la serie di John Logan è finita.

David Nevins, presidente di Showtime, insieme allo stesso creatore John Logan, hanno dato modo di confermarlo sull’Hollywood Reporter, dove hanno parlato della decisione di porre fine alla serie che in Italia veniva trasmessa su Netflix in contemporanea.

Il piano, a quanto pare, era fin dall’inizio quello di far durare la serie solo tre stagioni. Spiega Nevins:”John aveva deciso che il cuore della serie sarebbe stato sempre Vanessa Ives, e che secondo lui tre stagioni bastavano a raccontare la sua vicenda. Penso sia molto interessante vivere in un mondo nel quale ogni serie può avere il proprio ritmo e creare il proprio destino. Questo è uno di quei casi in cui lo stesso creatore ti dice che è meglio per la stessa serie concludersi qui, e tu non puoi che sostenerlo nella sua decisione.

Riportiamo i passaggi più importanti dell’intervista:

Quando avete deciso che questa sarebbe stata la stagione finale?

Logan: “A metà della seconda stagione, due anni fa, quando stavo progettando la terza. Alla fine della seconda stagione sapevo che Vanessa Ives si allontana da Dio, brucia il crocifisso e rimane completamente da sola senza l’unica cosa che le dà forza – la fede. Siccome la serie, per me, è sempre stata incentrata su una donna, la sua fede e il suo rapporto con Dio, ho pensato che l’idea di lei che tornava da Dio e raggiungeva una sorta di apoteosi sarebbe stato il finale appropriato.  Mentre iniziavo a pensare alla terza stagione, mi sono reso conto che sarebbe dovuta andare a finire così, che quello fosse il finale giusto per il personaggio. Ne ho discusso con Eva, e poi ho parlato con David Nevins della direzione che avrebbe preso la stagione.

Nevins: “ Gli ho chiesto un po’ di volte se era sicuro di voler chiudere qui, visto che sono personaggi splendidi. Ma era chiaro che John aveva ragione, e che la serie aveva bisogno di Vanessa, non sarebbe stato furbo continuare senza di lei. Quindi piuttosto rapidamente ho dato il mio ok.  A quel punto ci siamo chiesti: come gestiamo questa informazione?  Tradizionalmente, si annuncia che questa è l’ultima stagione e basta. Ma pensavo che in questo modo avremmo tolto la sorpresa, avremmo rovinato molte delle sue emozioni. L’episodio inizia senza i tradizionali titoli di testa e questo fa capire perché è l’episodio finale, si conclude con “The End”.”

In Penny Dreadful sei stato showrunner per la prima volta. Hai scritto i primi 22 episodi e poi hai coinvolto nuovi sceneggiatori per gli ultimi. Qual è la lezione più importante che hai imparato?

Logan: Delegare e cercare sostegno. Quando ho iniziato, la mia esperienza era quella di autori come Martin Scorsese e Ridley Scott, un taglio cinematografico che non regge in televisione. Questa è la lezione più grande che ho imparato: coinvolgere giovani sceneggiatori.”

Nevins: “Questa storia si è conclusa nel modo giusto, in modo soddisfacente. È un segnale di dove si trova oggi la televisione, e ci sono vari modi per farlo. Twin Peaks è un modo, Purity durerà 2′ episodi. Non serve arrivare a 100 episodi per lasciare il segno o ottenere un ritorno economico soddisfacente.”

Riportiamo inoltre il saluto in video di Logan a tutti i fan, nel quale il creatore di Penny Dreadful afferma che sin dall’inizio era previsto che le stagioni fossero tre e solo tre.

Altri articoli in News

Rick & Morty -Le foto della Szechaun Sauce sono in vendita su Ebay

Imma Marzovilli20 ottobre 2017

The Punisher: Svelata la data d’uscita della serie su Netflix

Simone La Ganga20 ottobre 2017

Daredevil,stagione 3: su Twitter, Netflix rilascia un Teaser

Simone La Ganga18 ottobre 2017

Annunciato l’adattamento televisivo de Il Nome della Rosa

Matteo Ivaldi17 ottobre 2017

Nuovo trailer per The Alienist, crime drama storico sui serial killer

Matteo Ivaldi17 ottobre 2017

The Punisher, Marvel/Netflix: Altro Banner altra attesa

Simone La Ganga14 ottobre 2017