Oltre 70 giocatori di Pokèmon Go fanno reclami e denunce contro Niantic

News
Antonio Salvatore Bosco
Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

I colleghi di Polygon riportano che 72 persone hanno denunciato Niantic Labs, Nintendo e The Pokèmon Company per Pokèmon Go alla Federal Trade Commission, a causa di numerose problematiche che hanno afflitto l’esperienza di gioco. Le denunce spaziano dalla truffa alla violazione della proprietà privata, senza contare quelle per la messa in pericolo dei minori.

In particolare un utente ha denunciato Niantic a causa di un ban che gli ha fatto perdere 450 dollari spesi in contenuti a pagamento. Il giocatore è stato bannato per l’uso irregolare di un software di terze parti, che viola i termini del servizio enunciati da Niantic Labs. La richiesta dell’utente, ovviamente, è quella di riavere i soldi spesi o la riattivazione dell’account.

Leggendo altre denunce pubblicate da Brian Crecente di Polygon, notiamo che molte di queste riguardano la violazione della privacy, dato che l’applicazione di Pokémon Go richiede pienamente l’accesso alle app di Google di funzione, dando accesso a tutte le email, il calendario e i contatti personali, andando pienamente contro a quanto esposto nella politica della privacy dell’applicazione.

Altre ancora riguardano la violazione della proprietà privata o quella di spazi regolamentati. Pare infatti che in un ospedale dell’Oregon sia entrati moltissimi giocatori di Pokèmon Go che sembrerebbe siano persino entrati nelle camere dove sono ricoverati i pazienti.

Altre lamentele sono quelle legate alla messa in pericolo dei minori i quali sono anch’essi giocatori del titolo di Niantic Labs. Il problema in questo caso è che i giocatori sono sempre più esposti e incuranti dei pericoli derivanti dalla strada, come autovetture in corsa e altri mezzi che vengono ignorati con la complicità dell’isolamento dall’ambiente circostante che il gioco può provocare in alcuni soggetti.

Anche in Italia, alcuni mesi fa, il Codacons ha presentato un esposto alla Procura di Roma riguardante proprio Pokémon Go e la sicurezza stradale, mentre altri paesi lo hanno addirittura considerato un vero e proprio caso di sicurezza nazionale.

Le accuse verso il titolo per dispositivi mobile sono state e continuano a essere molte. Riteniamo che molti utenti dovrebbero riprendere un po’ di buon senso e che Niantic Labs debba intervenire sugli aspetti critici del gioco.

 

Altri articoli in News

[RUMOR] Pokémon su Switch: ecco i possibili Starter di ottava generazione

Antonio Salvatore Bosco21 febbraio 2018

Dragon Ball FighterZ: ecco le prime immagini ufficiali per Broly e Bardak

Francesco Damiani21 febbraio 2018

Bornout Paradise è pronto a tornare su console next gen

Francesco Damiani21 febbraio 2018

Death Stranding: Kojima sta pianificando qualcosa per l’E3 2018

Francesco Damiani21 febbraio 2018

Diablo III arriverà su Nintendo Switch nei primi mesi del 2019?

Francesco Damiani20 febbraio 2018

Playstation Plus: la lineup dei giochi di Marzo “sarà la migliore” sin dalla nascita del servizio

Antonio Salvatore Bosco20 febbraio 2018