Speciali

Nintendo su VR: non è ancora una moda

Speciali
Francesco Procopio
Francesco, è nato il 1° novembre del 1995 nella città di Torino. Cresciuto a pane, Dragon Ball e Pokémon, si è appassionato relativamente tardi ai videogiochi, all’età di 10 anni, da quel momento ha capito che [..]

Francesco, è nato il 1° novembre del 1995 nella città di Torino. Cresciuto a pane, Dragon Ball e Pokémon, si è appassionato relativamente tardi ai videogiochi, all’età di 10 anni, da quel momento ha capito che [..]

A quanto pare anche se per questo E3 2016 la novità più grande sono stati i giochi e le feature di realtà aumentata, c’è chi non la pensa così. Secondo Reggie Fils-Aime, leader di Nintendo of America, ritiene che i prodotti di realtà aumentata non sono ancora una moda che porta interesse, e quindi la compagnia di Nintendo decide di non lavorarci su fino a quando non sarà un prodotto di tutti o la maggior parte.

Sempre Reggie spiega il suo punto di vista “penso che la realtà virtuale sia ancora un po’ lontana dall’essere considerata una moda adatta ad applicazioni per un mercato di massa con cui i consumatori possono passare tanto tempo, piuttosto che semplici snack di intrattenimento”.

Il leader di Nintendo America aggiunge anche il punto di vista della compagnia “vogliamo assicurarci che una tecnologia sia a portata di tutti. Vogliamo che rappresenti un grosso valore per i consumatori. Ad esempio, c’erano un sacco di tecnologie legate al giroscopio sul mercato, ma è servito che arrivassero la Wii e il Wii Remote per renderle una moda. Oppure, se torniamo a Nintendo DS, si è trattato del primo prodotto elettronico che ha fatto un uso estensivo di un touchscreen. Quindi, il modo in cui noi guardiamo alla realtà virtuale, o anche alla realtà aumentata che abbiamo nel nostro Nintendo 3DS, passa dal fatto che per noi una tecnologia deve raggiungere un punto in cui può diventare importante. È allora che compagnie come noi, possono fare prodotti che davvero i consumatori possono apprezzare, e che li convincano a gettarsi su quella particolare tecnologia. È così che noi procediamo. Teniamo sott’occhio la realtà virtuale da molto tempo. Ma vogliamo assicurarci che il prossimo passo possa essere di tendenza e accessibile per il mercato di massa – quando la realtà virtuale lo sarà, aspettatevi che Nintendo ci sia”.

E voi cosa e pensate di quanto detto da Nintendo America? Rimanete con noi per ulteriori informazioni.

Altri articoli in Speciali

Perché la Niantic odia Pokémon GO?

Lorenzo Prattico26 luglio 2017
aesvi Associazione Editori Sviluppatori Vidieogiochi Italiani

AESVI – l’associazione che da un senso di identità al mondo italiano dei videogiochi

Alessandro d'Amito8 luglio 2017

Perché ci piace tanto il retrogaming

Gerardo Americo6 luglio 2017

Speciale saldi Steam – Le migliori avventure grafiche

Gerardo Americo28 giugno 2017
Beyond Good and Evil 2

Beyond Good and Evil 2 – Sarà collegato al primo capitolo? Certo che si!

Giuseppe Barbieri27 giugno 2017

Sotto il segno del Pixel – i giochi più attesi di Luglio 2017

Lorenzo Prattico27 giugno 2017