Need for Speed Payback, anche Ghost Games decide di migliorare il sistema di progressione

News
Chiara Parisi

Dopo la bufera avvenuta con Star Wars Battlefront II e le microtransazioni, che sbilanciavano di molto la progressione dei giocatori a favore di chi ha l’opportunita di acquistare le Loot Box, ne abbiamo già parlato in un articolo nei giorni scorsi, i Ghost Games hanno deciso di migliorare il sistema di progressione di Need For Speed Payback.

Il gioco, uscito la scorsa settimana, aveva un sistema di loot box simile al titolo della Dice, ma grazie a questa modifica, recuperare esperienza con le attività è stato reso molto più semplice.

Queste sono le modifiche apportate in questa prima patch:

  • Aumentato l’ammontare di REP guadagnati prendendo parte agli eventi
  • Aumentato l’ammontare di Crediti guadagnati prendendo parte agli eventi
  • Le casse ora forniscono ulteriori REP
  • Le casse ora forniscono ulteriori Crediti
  • Competere contro un Roaming Racer ci ricompenserà ulteriormente in REP
  • Competere contro un Roaming Racer ci ricompenserà ulteriormente in Crediti
  • Le sospensioni pneumatiche appariranno più frequentemente nelle spedizioni
  • REP e Crediti leggermente aumentati per la conclusione di eventi al di fuori del primo posto

Ghost Games ha addirittura affermato che dopo saranno apportate ulteriori modifiche in base al feedback degli utenti.

Non ci resta che aspettare ulteriori informazioni.

Need for Speed Payback è attualmente disponibile Xbox One, Ps4 e PC.

Fonte

Altri articoli in News

Medievil: il grande ritorno su PlayStation 4

Chiara Parisi10 dicembre 2017

Bayonetta 3, presentato ai Game Awards il teaser e altre novità

Chiara Parisi8 dicembre 2017

Monster Hunter World, tutti i dettagli sulla Beta su Ps4

Chiara Parisi8 dicembre 2017

The Game Awards, annunciati i nuovi presentatori

Chiara Parisi7 dicembre 2017

Assassin’s Creed IV: Black Flag e World in Conflict in regalo con Uplay

Chiara Parisi6 dicembre 2017

Il remake 3D di Secret of Mana avrà una distribuzione fisica molto limitata

Matteo Ivaldi5 dicembre 2017