Milan Games Week 2017: resoconto generale sulla fiera

Speciali
Antonio Salvatore Bosco
Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

La Milan Games Week rappresenta la più importante fiera dedicata ai videogiochi che si svolge in Italia, e anche quest’anno eravamo presenti a questa tappa d’obbligo per tutti i videogiocatori del nostro paese.

L’organizzazione è la prima cosa che si nota e ci è sembrata davvero buona, con una gestione delle code ben curata, anche se, ovviamente, le attese sono praticamente impossibili da evitare. Il luogo inoltre era davvero pulito anche verso le ultime ore del giorno.

La fiera era divisa in due grandi aree, una con i vari stand per la vendita di gadget e vari prodotti, e l’altra con i vari espositori e i giochi da provare. I titoli presenti in fiera erano sia giochi già presenti sul mercato che tante anteprime, soprattutto di titoli attesissimi. Ubisoft era presente con South Park Scontri Di-Retti, l’atteso Assassin’s Creed Origins e Far Cry 5; una grande area è stata riservata al nuovo Call of Duty: World War II; altro titolo importante era Star Wars Battlefront 2. Inoltre era possibile metter mano anche su NBA 2k18 e WWE 2k18.

Sony, Microsoft e Nintendo avevano ovviamente le zone più vaste:

  • Sony ha presentato le novità per il nuovo Playstation Playlink e c’erano varie postazioni per provare i vari titoli per VR come per esempio Farpoint. Una prova davvero entusiasmante è stata quella di Detroit: Become Human, titolo atteso e promettente. In alcune postazioni poi si potevano giocare titoli già usciti come Uncharted: l’Eredità Perduta e Knack 2. Era poi possibile vedere qualche video esclusivo del nuovo God of War e del prossimo Spider-Man per PS4, e inoltre era presente un’anteprima di Days Gone.
  • Per quanto riguarda Microsoft la cosa più notevole è stata la possibilità di dare un’occhiata in anteprima alla nuova potentissima Xbox One X.
  • Infine l’area Nintendo era davvero ricca con tantissimi giochi sia per Nintendo Switch che per le console portatili 2DS e 3DS. Da nominare sono sicuramente titoli del calibro dell’attesissimo (e bellissimo) Super Mario Odyssey, Pokkén Tournament DX, Just Dance 2018Mario & Luigi Superstar Saga + Scagnozzi di Bowser, Layton’s Mystery: Katrielle e il complotto dei milionari, Metroid Samus Returns e Monster Hunter Stories. Ovviamente era possibile provare giochi già usciti come Splatoon 2, Arms e The Legend of Zelda: Breath of the Wild.

Fantastica è stata l’opportunità di giocare a storici titoli come Pac-Man, Street Fighter, Super Mario grazie alla presenza di un’area dedicata al retrogaming, con tanti cabinati sia da sala giochi che più piccoli.

Altra cosa che ci ha fatto salire lo spirito patriottico è stata la presenza di tantissimi giochi di produzione italiana da poter provare in anteprima e alcuni di essi vantavano anche della presenza degli sviluppatori.

Massiccia anche la componente e-sports, accentuata soprattutto dalla PG Arena da 900 posti, un fantastico palcoscenico in cui nei diversi giorni si sono susseguite le finali live di diversi videogiochi come League of Legends, Call of Duty, Overwatch, Tekken e altri, il tutto con tanto di pubblico e tifo come in un vero evento sportivo.

Presente quest’anno, al posto di Unieuro, è stata Gamestop con tantissime offerte convenienti che ovviamente sono andate per la maggior parte esaurite nei primi giorni di fiera.

Infine sono stati degli interessanti sia lo stand di Radio 105, che ha ospitato cantanti come Nesli ed Elodie oltre a una gara di cosplay per tutti i presenti, sia quello dedicato agli youtuber che ha ospitato idoli dei ragazzi come FaviJ, LaSabriGamer e i Mates. Questa parte è stata per fortuna più gestibile, sebbene vi fossero tantissime persone interessate agli idoli del web, non andavano a disturbare chi era lì per i videogiochi.

Ci sentiamo quindi di dire che ancora una volta la Milan Games Week si conferma essere una delle migliori fiere a tema videoludico del nostro paese, che ogni anno cerca di migliorarsi e che rappresenta una tappa da fare assolutamente per tutti i videogiocatori del nostro paese.

Altri articoli in Speciali

Project Zomboid – Senza alcuna via di scampo

Alessandro Guida8 novembre 2017

[SPECIALE] Warframe Vs Destiny: uno scontro alla pari?

Alessandro Niro3 novembre 2017

Sotto il segno del Pixel – I giochi più attesi di Novembre 2017

Lorenzo Prattico3 novembre 2017

Biomutant, tutto ciò che sappiamo – Furetti mutanti in un open world

Domenico De Martino30 ottobre 2017

Wolfenstein: storia di una guerra che colpisce dritta il cuore dei giocatori

Antonio Salvatore Bosco26 ottobre 2017

Star Citizen – Road to Alpha 3.0 – Parte 2

Alessandro Guida24 ottobre 2017