Master of None: prime impressioni sulla seconda stagione Netflix

Anteprime
Alessandro d'Amito
Siberian89 o, per gli amici Sib. Geek blogger, amante di film, giochi, serie tv, fumetti, romanzi, Magic the Gathering, Hearthstone. Fanatico Caotico.
@Siberian89

Siberian89 o, per gli amici Sib. Geek blogger, amante di film, giochi, serie tv, fumetti, romanzi, Magic the Gathering, Hearthstone. Fanatico Caotico.

Attenzione: questo articolo può contenere piccoli SPOILER sulla stagione precedente.

Grazie a Netflix abbiamo avuto la possibilità di vedere in anteprima le prime puntate della seconda stagione di Master of None, in arrivo sulla piattaforma di streaming il 12 maggio. Una delle serie originali tra le più apprezzate, potremo assistere al ritorno di Dev dopo il brutto colpo dello scorso season finale.

Per chi non avesse visto la prima stagione di Master of None, fate attenzione perché questo articolo conterrà inevitabilmente SPOILER. Dopo la rottura con la sua fidanzata, Dev decide di partire improvvisamente per l’Italia, dove finisce col passare qualche mese a Modena in un laboratorio di pasta fresca.

Master of None Stagione 2

Qui incontra Francesca, interpretata da Alessandra Mastronardi, che sarà la sua ancora di salvezza durante il periodo italiano e la sua ossessione una volta tornato a New York. Oltre alla Mastronardi, nel cast figura Riccardo Scamarcio nel ruolo del fidanzato di Francesca, praticamente una comparsa nel primo episodio, e Paolo Sassanelli, anche lui con un ruolo molto piccolo.

Ad essere ambientate a Modena sono solo le prime due puntate, il che è da un lato un peccato e dall’altro una fortuna. Per quanto i personaggi continuino a ripetere quanto sia bella l’Italia e quanto si mangi bene, il messaggio che passa è quello di un paese fatto da piccole città con una popolazione di paesani, ladri e mangioni.

Ci si augura sempre che no sia quello che la produzione aveva in mente, ma è esattamente quello che traspare. Peccato, perché il primo episodio proponeva un rimando ai classici film del bel paese (no, non i cinepanettoni) entrati nell’immaginario collettivo e nella storia del cinema.

Master of None Stagione 2

A parte questa nota stonata, probabilmente pesante solo per noi ma coerente per gli spettatori del resto del mondo, la serie riprende esattamente i ritmi e le dinamiche che aveva proposto nella sua prima stagione, con l’utilizzo di Dev e delle sue giornate come punto di incontro e scontro tra diverse generazioni.

Non mancano e non mancheranno personalità di spicco nei vari episodi, come John Legend che regala una sua performance usata come esempio di momento da vivere anziché da immortalare. La presenza di personaggi importanti è ben giustificata dal nuovo lavoro di Dev, ora presentatore per la tv di Clash of the Cupcake, elemento che potrebbe portare a situazioni interessanti se ben sfruttato all’interno della serie.

Master of None Stagione 2

Come per la prima stagione, ci sono episodi più divertenti e riusciti di altri, ma i toni proposti sono esattamente gli stessi e diventa, quindi, puramente una questione di gusto.

Se la comicità messa in scena da Aziz Ansari, tramite il personaggio che lo stesso interpreta, vi sfizia e se lo scontro generazionale vi intriga, probabilmente apprezzerete molto questa serie. In caso contrario, è probabile che Master of None non vi dica molto, complice anche una realtà piuttosto lontana dalla nostra.

Altri articoli in Anteprime

Marvel’s The Defenders, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi9 agosto 2017

Doctor Who – Il trailer dello Speciale di Natale e la standing ovation del pubblico a Peter Capaldi

Rachele Innocenti24 luglio 2017

Doctor Who Speciale di Natale: Il ritorno del Primo Dottore e l’addio del Dodicesimo

Rachele Innocenti3 luglio 2017
the flash

The Flash – Rivelata l’identità di Savitar e news sul prossimo episodio

Roberta Galluzzo3 maggio 2017

Sense8: uno sguardo in anteprima sulla seconda stagione – NO SPOILER

Gloria Graziani2 maggio 2017
Tredici - Th1rteen R3asons Why Netflix

Tredici – Th1rteen R3asons Why: prime impressioni della serie Netflix

Alessandro d'Amito21 marzo 2017