Marvel: Tom Brevoort parla di ciò che porterà Legacy

Fumetti
Alessio Meneghini
Alessio, nato a fine luglio del 1995 a Venezia, si appassiona fin dalla nascita del mondo Nerd. La sua passione nasce grazie ai supereroi (principalmente della DC Comics) e si amplifica con l’arrivo della Playstation all’età di 6 anni, la quale lo aiuta ad entrare nel mondo videoludico. Crescendo la sua passione raggiunge nuovi orizzonti, quali la passione per il cinema e per le serie TV; tra le sue serie TV “preferite” [..]

Alessio, nato a fine luglio del 1995 a Venezia, si appassiona fin dalla nascita del mondo Nerd. La sua passione nasce grazie ai supereroi (principalmente della DC Comics) e si amplifica con l’arrivo della Playstation all’età di 6 anni, la quale lo aiuta ad entrare nel mondo videoludico. Crescendo la sua passione raggiunge nuovi orizzonti, quali la passione per il cinema e per le serie TV; tra le sue serie TV “preferite” [..]

Marvel: Legacy #1 è uscito oggi negli Stati Uniti, per aprire una nuova era della Casa delle Idee. Tom Brevoort, una delle voci più autorevoli della casa editrice, ha parlato di ciò sulle pagine di Comicbook.com.

Dopo aver parlato della storia di Jason Aaron ed Esad Ribic, Brevoort ha chiarito che le storie targate Legacy non saranno interconnesse dal punto di vista degli eventi: ogni testata procederà per una sua strada.

Molti dei team creativi delle serie cambieranno, in tutto o in parte.

 

Se questi team rimarranno a lungo? Dipende da quel che intendiamo. Ci sono autori come Dan Slott e Jason Aaron che sono già sulle rispettive testate da periodi molto lunghi e continueranno a starci. In altri casi vedremo autori alternarsi quando si giungerà al termine di determinati cicli narrativi. Sia Dan che Jason, ad esempio, non scriveranno in eterno Amazing Spider-Man e Mighty Thor, anche se il loro abbandono non avverrà a breve. Quindi è difficile dire cosa significhi rimanere a lungo: per ogni storia o serie, c’è una risposta diversa. Diciamo che i team creativi che prendono vita ora sono pensati per avere una certa regolarità, anche se questa regolarità sarà diversa, caso per caso.

Abbiamo piani piuttosto precisi per quelle testate che, tornando alla numerazione originale, si avvicinano a cifre tonde importanti. Siamo ben consci del fatto di essere prossimi a Thor #700, come pure ad Iron Man #600 e Captain America #600, nonché Amazing Spider-Man #800. Ogni team creativo ha dei progetti celebrativi in merito. Un sacco di cose divertenti si profilano all’orizzonte per queste ricorrenze.

Le storie di Legacy sono in totale continuità con quanto narrato sin qui e questo è un po’ il punto dell’iniziativa. Legacy è soprattutto una celebrazione della lunghissima strada che è la storia dell’Universo Marvel e di tutti gli eroi che lo abitano. Lo scopo di Legacy è trovare, per ogni serie qualche elemento o aspetto del personaggio che è mancato per un po’ di tempo, o che negli ultimi mesi si è un po’ perso, per rimetterlo al centro dell’attenzione.

Forse è più semplice capire cosa intendo per serie come Invincible Iron Man, in cui Tony Stark si sta riprendendo da un coma e non appare da mesi. Su Amazing Spider-Man, ad esempio, vedremo Peter Parker tornare a situazioni molto più tradizionali che nel recente passato. La sua compagnia e la sua ricchezza andranno perdute e la sua reputazione crollerà pesantemente, il che lo riporterà alla condizione di uomo comune con difficoltà quotidiane che lo ha fatto amare a milioni di fan. Qualcosa di paragonabile accadrà in tutte le testate coinvolte.

Non abbiamo in mente piani diversi dal solito per attrarre nuovi lettori e riportare a leggerci quelli che ci hanno abbandonato. Lo faremo come abbiamo sempre fatto: raccontando storie di qualità e appassionanti che riflettano la complessità e la grandezza dell’Universo Marvel, così come quelle del mondo che sta fuori dalla vostra finestra. Succederanno cose entusiasmanti nei prossimi mesi, con l’intento di ricordare ai lettori quel che più amano della Marvel, riconnettendoci ai temi classici in maniera importante.

Per quanto riguarda il ritorno di personaggi classici attualmente lontani dalle scene, non accadrà per tutti con gli stessi tempi. Ognuno si trova in una diversa situazione e merita una storia diversa. Se certamente rivedremo tanti volti amati, non sarà un ritorno in massa. La storia iniziale, Marvel: Legacy, darà dei suggerimenti molto importanti su chi rivedremo prima o poi, e credo che la maggior parte dei pezzi grossi dovrebbe essere di nuovo in pista entro la prossima estate, alla peggio. Alcuni riappariranno inaspettatamente molto prima di allora.

Brevoort è stato conservativo sulla domanda diretta riguardo ai Fantastici Quattro, limitandosi a citare il ritorno della Torcia Umana e della Cosa come duo protagonista di Marvel Two-In-One.

Tra i ritorni che l’intervistato si è visto proporre, c’è quello di Jonathan Hickman. Lo sceneggiatore che ha avuto in mano le sorti dell’Universo Marvel negli anni appena scorsi tornerà presto a scrivere una storia, dato che ha da poco consegnato le sue sceneggiature per il finale della seconda miniserie di S.H.I.E.L.D. Al momento, però, non ci sono notizie di ulteriori coinvolgimenti da parte sua.

Fonti: Comicbook.com, Comicbook.com

Altri articoli in Fumetti

The Last Temptation, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella21 novembre 2017

Second Sight Vol. 1, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella14 novembre 2017

Mob Psycho 100 #1: Non Stressate Quel Ragazzo

Redazione11 novembre 2017

The Wicked + The Divine Vol. 1-3, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella10 novembre 2017

DRAGON BALL QUIZ BOOK: SOLO PER VERI SAIYAN!

Redazione10 novembre 2017

Landis, Camuncoli e Skybound: arriva GREEN VALLEY

Redazione10 novembre 2017