Superior: Mark Millar propone John Cena

Cinema
Marco Pasqualini
Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Qualche mese fa erano circolate le prime indiscrezioni circa l’adattamento cinematografico di Superior, fumetto di Mark Millar. Come è già risaputo, al celebre autore (Kingsman e Kick-Ass) i supereroi senza macchia e senza paura proprio non piacciono e i suoi personaggi, pur essendo sempre mossi da buone intenzioni, sono spesso attivamente o passivamente dei casinisti.

In Superior il protagonista omonimo è una sottospecie di Superman per quanto riguarda potenziale offensivo e integrità morale, ma ha delle origini più particolari. La storia gira intorno ad un ragazzo dodicenne, ammalato di sclerosi multipla, a cui viene concesso un desiderio da una scimmia spaziale (sì, avete letto correttamente). Quest’ultima lo trasforma così in Superior, personaggio di un film cinematografico. Da quel momento il ragazzo si impegnerà nella lotta contro i grandi mali dell’umanità, come la fame nel mondo, le calamità, le guerre e via discorrendo.

Tutto ciò serve per introdurre la vera notizia, che vede l’autore protagonista. Proprio Millar, infatti, quest’oggi ha indicato John Cena come possibile attore per la parte principale. La star WWE ha già qualche piccola esperienza a livello cinematografico (Presa Mortale e 12 Round) e, nonostante non sia The Rock, ha carisma, la faccia da bravo ragazzo e una fisicità incredibile, soprattutto se relazionata all’agilità che spesso dimostra nei propri incontri.

In futuro, la possibilità che il cinema peschi direttamente dalle leghe di Wrestling non è poi così assurda: per coloro che non hanno mai seguito lo sport, c’è da ricordare che gli incontri e le botte sono il meno nello show, che fa dei siparietti e delle schermaglie tra lottatori il vero punto di forza. Molti sportivi e lottatori, negli anni, hanno dimostrato doti attoriali e ottenuto parti più o meno prestigiose (ad esempio Sheamus, che ha interpretato Rocksteady nell’ultimo episodio delle tartarughe ninja) e, con il grosso degli attori già impegnati o in via di abbandono dei ruoli, non sarebbe assurdo se Hollywood decidesse di reclutare tra le schiere dei lottatori.

Altri articoli in Cinema

John Lasseter lascia la Pixar per sei mesi a causa di “comportamenti inadeguati”

Matteo Ivaldi22 novembre 2017

Box Office e Cinecomics: analisi e confronti di un 2017 da ricordare

Andrea Prosperi22 novembre 2017

Justice League: poster inquietante nei cinema cinesi

Annamaria Rizzo21 novembre 2017

Star Wars: Gli ultimi Jedi – Nuovi dettagli sulle “volpi di cristallo”

Giorgio Paolo Campi21 novembre 2017
Molestie a Hollywood, Kevin Spacey

Molestie a Hollywood: Kevin Spacey è entrato in rehab ma altri big sono sotto accusa

Nicoletta Salvi21 novembre 2017

Marvel vs. DC: parla il co-sceneggiatore di Doctor Strange

Alessio Lonigro21 novembre 2017