Cinema
Angelo Tartarella
Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Un attimo prima è una normale BMW, un attimo dopo le portelle gli fanno da braccia e il cofano da petto, mentre una testa di metallo emerge da dietro il parabrezza: è un transformer, uno vero.Si chiama Letros, così come lo ha chiamato la compagnia turca che lo ha realizzato partendo da una BMW3 serie coupè, la Letvision, e funziona davvero.

Come potete vedere dal video dimostrativo che trovate di seguito, realizzato e postato dalla stessa azienda, situata poco fuori Ankara, l’auto non ha nulla di strano, si muove, si fa guidare, sterza, si ferma e fa tutto quello che ci si aspetta da una macchina… poi ha inizio la trasformazione.

Una nota positiva per chi temesse la rivolta delle macchine o la trasformazione del Pianeta Terra in un teatro da battaglia per la guerra tra gli Autobot di Optimus Prime e i Decepticon di Megatron, o una nota negativa per chi sperasse di poter avere un amico meta mecchina e metà essere vivente capace di riflessioni profonde e battute divertenti: Letros non è dotato di nessun tipo di intelligenza artificiale.

I suoi movimenti, come si può riscontrare sempre nel video, sono comandati a distanza con un apposito telecomando, sia che si parli della sua entrata come veicolo, sia della sua trasformazione che della simpatica esibizione che conclude il tutto.

Letros non è ovviamente Bumblebee o HotRod, ma ciò non toglie che sia davvero qualcosa di estremamente figo e la vera e propria realizzazione dei sogni di chi è cresciuto giocando, guardando o leggendo dei robrottoni creati dalla Hasbro e che hanno lentamente espanso il loro dominio dai soli giocattoli, ai cartoni animati prodotti dalla SunBow e dalla Marvel Production, ai fumetti, pubblicati sempre dalla Marvel, fino ai film cominciati già nel 1986 ma che hanno raggiunto la celebrità con il grande pubblico solo con  “Transformers” del 2007, diretto da Michael Bay e con protagonisti Shea LeBeouf e Megan Fox.

Al fine di dimostrare la sua piena funzionalità, Letros, ha usato le sue luci, girato la testa e fatto qualche flessione. E’ ufficialmente il primo Trasformers creato con una BMW. La Letvision ha promesso di rilasciare a breve più modelli, con nomi come Bizmut (un omaggio a Optimus Prime), Argon, Wolfram e Tantal.

Sentendo promesse come queste il nerd che è in noi non può non chiedersi se un giorno non troppo lontano non potremmo avere il nostro robot gigante con cui andare a fare un giretto.

Altri articoli in Cinema

Avengers 4: nuova misteriosa foto dal set

Alessio Lonigro23 novembre 2017

Jude Law sarà Mar-Vell in Captain Marvel!

Stefano Grillanda23 novembre 2017

John Lasseter lascia la Pixar per sei mesi a causa di “comportamenti inadeguati”

Matteo Ivaldi22 novembre 2017

Box Office e Cinecomics: analisi e confronti di un 2017 da ricordare

Andrea Prosperi22 novembre 2017

Justice League: poster inquietante nei cinema cinesi

Annamaria Rizzo21 novembre 2017

Star Wars: Gli ultimi Jedi – Nuovi dettagli sulle “volpi di cristallo”

Giorgio Paolo Campi21 novembre 2017