Le casse premio uguali al gioco d’azzardo? La commissione in Belgio dice di sì

News
Federico Peres

Qualche giorno fa Peter Naessens, il presidente della commissione Gaming del Belgio, aveva aperto un’inchiesta riguardo i sistemi di acquisti in app dei videogiochi Overwatch e Star Wars: Battlefront II.

L’indagine in particolare aveva l’intento di tutelare la fascia più giovane di utenza, la quale essendo maggiormente influenzabile, può essere spinta più facilmente a spendere ingenti somme di denaro per le microtransizioni.

Ebbene dopo poco più di una settimana le autorità belghe hanno decretato che il sistema delle loot box presente nei suddetti giochi è effettivamente riconducibile al gioco d’azzardo e inoltre il ministro della giustizia belga Koen Green ha dichiarato che ha intenzione di esporre l’intera questione all’ Unione Europea, ha anche commentato sul sito VTM News:

“Mescolare il gioco d’azzardo e il gaming, specialmente in giovane età, è pericoloso per la salute mentale del bambino. Servirà tempo per fare luce sulla questione perché dobbiamo rivolgerci all’Europa. Certamente proveremo a vietare questa pratica”.

Sicuramente tutto ciò porterà dei problemi alla Blizzard e alla Electronic Arts in futuro, ma per ora possiamo solo attendere una decisone dell’Europa sulla questione.

E voi cosa ne pensate a riguardo? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte

 

Altri articoli in News

Medievil: il grande ritorno su PlayStation 4

Chiara Parisi10 dicembre 2017

Bayonetta 3, presentato ai Game Awards il teaser e altre novità

Chiara Parisi8 dicembre 2017

Monster Hunter World, tutti i dettagli sulla Beta su Ps4

Chiara Parisi8 dicembre 2017

The Game Awards, annunciati i nuovi presentatori

Chiara Parisi7 dicembre 2017

Assassin’s Creed IV: Black Flag e World in Conflict in regalo con Uplay

Chiara Parisi6 dicembre 2017

Il remake 3D di Secret of Mana avrà una distribuzione fisica molto limitata

Matteo Ivaldi5 dicembre 2017