NIOH - GIOCHIAMO ALL'ACTION RPG RILASCIATO DA TEAM NINJA! | OGGI alle 16:00

LA SERIE SERIA MA NON TROPPO. NON CHIEDETE CHE SI OFFENDE, È SENSIBILE!

LawBreakers – Gravity Defying Combat – Anteprima

Anteprime
Riccardo Cantù
Super appassionato di tutto ciò che è entertainment. Musica, Videogiochi, Cinema, Fumetti, Letteratura sono il suo pane quotidiano. Ama anche il wrestling ma non c'ha mai provato a casa. Forse.

Super appassionato di tutto ciò che è entertainment. Musica, Videogiochi, Cinema, Fumetti, Letteratura sono il suo pane quotidiano. Ama anche il wrestling ma non c'ha mai provato a casa. Forse.

Il panorama videoludico moderno, sta vivendo un momento abbastanza particolare. Il crescente aumento dei costi di produzione uniti all’ulteriore esborso legato alle esigenze di marketing si è tradotto in una generale mancanza di coraggio nel proporre prodotti nuovi, freschi ed originali. A farla da padrone, inutile dirlo, è il genere degli Sparatutto in Prima Persona (FPS) che stanno vivendo il momento di più vasta diffusione della storia. Call of Duty, Battlefield, Titanfall, Rainbow Six, CounterStrike ma anche i recenti Overwatch, Doom e il prossimo Quake Champions sono solo alcuni degli esempi di questo fenomeno che ormai rischia di saturare un mercato che da tempo è praticamente dominato da rivisitazioni di questo sfruttatissimo genere.

Date queste premesse viene da chiedersi: ci sarà ancora spazio per nuovi shooter originali basati su inedite proprietà intellettuali? Probabilmente sì, se ti chiami Cliff Bleszinski, già padre dell’amatissimo Gears of War e, quello di cui si parla, è il tuo nuovo progetto, il primo dopo essere uscito da Epic Games. Il talentuoso sviluppatore americano non ha certo bisogno di presentazioni essendo la mente dietro ad uno dei franchise di maggior successo dell’ultimo decennio che, dopo aver chiuso la sua trilogia dedicata a Marcus Fenix e soci, ha deciso di lanciarsi in un progetto originale sotto la nuova etichetta BossKey Productions: LawBreakers.

LawBreakers è un FPS multiplayer basato sulle classi, come dicevamo, ma in cui la firma del nostro CliffyB si avverte forte e distinta configurandosi come uno degli sparatutto più frenetici e pirotecnici degli ultimi anni.

Abbiamo provato la Beta del titolo, dopo averlo già testato in fase Alpha, e vi riportiamo, di seguito, le nostre impressioni.

LAW VS. BREAKERS

Previsto, almeno per il momento solo su PC, il titolo di BossKey ci mette nei panni di una delle due fazioni in lotta in un’America futuristica completamente terraformata da un cataclismatico evento sismico noto come “The Shattering” che oltre a modificare il landscape degli USA ha anche alterato le leggi della gravità. Che ci si arruoli nella fazione dei Law: protettori dell’ordine pubblico, o dei Breakers: criminali anarchici assetati di sangue, si verrà ben presto lanciati nei campi di battaglia avveniristici immaginati dallo studio statunitense passando da una nuova versione di Santa Monica ad una pesante reinterpretazione della geografia del Grand Canyon.

Le premesse narrative di questo LawBreakers finiscono qui ed appaiono, palesemente, come un mero pretesto per calare il giocatore nei furiosi combattimenti proposti dal gioco tradendone la natura esclusivamente multigiocatore.

GRAVITY. DEFYING. COMBAT.

Durante le riunioni in cui si è dovuta decidere la struttura di questo LawBreakers, i ragazzi di BossKey hanno sicuramente avuto in mente un unico obiettivo: quello di rendere il gioco il più frenetico, furioso e skill-based possibile. Si parte dalle collaudatissime ed amatissime basi degli sparatutto arena, già apprezzate in titoli quali Quake e Unreal Tournament e se ne evolve la filosofia da ogni lato andando anche a contaminarla con elementi decisamente in voga nel mercato odierno quale l’introduzione di abilità ed equipaggiamento specifici per ciascuna classe, la personalizzazione dei personaggi tramite le lootbox ed il sistema di progressione a livelli grazie al quale essere gratificati con un certo quantitativo di punti esperienza dopo ogni partita.

Ogni classe, come dicevamo, risulta nettamente distinta dalle altre costringendo addirittura ad un approccio al gameplay fortemente differente a seconda dell’eroe selezionato. Si passa dai Vanguard, veloci soldati dotati di jetpack e mitragliatrice gatling per arrivare ai Gunslinger, equipaggiati con una pistola a raffica ed una potente magnum, capaci di scatti istantanei senza dimenticare i fulminei Assassins con le loro affilatissime lame o i possenti Titan e i loro lanciamissili o, ancora, i Juggernaut dotati di fucile a pompa e scudo proiettabile e tanti altri ancora.

Ciascuna classe, inoltre, sarà dotata di una potentissima abilità Finisher attivabile tramite la pressione del tasto “Q” dopo aver caricato l’apposito indicatore capace di infliggere ingenti danni. Insomma si tratta di una formula già vista in prodotti come TeamFortress o lo stesso Overwatch ma che qui, assume una personalità talmente marcata da rendere le similitudini davvero esigue. Le fasi di shooting in sé, comunque, si dimostrano divertenti, frenetiche e velocissime con decine di effetti a schermo e personaggi che volano da una parte all’altra della mappa in un battibaleno obbligando il giocatore ad abituarsi velocemente ai ritmi imposti per poter avere la meglio sul campo di battaglia.

 

COMPARTO ARTISTICO E MODALITA’ DI GIOCO

Anche le modalità di gioco sono rivisitazioni abbastanza originali dei classici del genere per quanto, in questa Beta, ne siano presenti solamente due.

La prima, denominata Overcharge, ruoterà attorno ad una batteria che entrambe le squadre dovranno contendersi per portarla in determinate zone e caricarla. La prima delle due fazioni a raggiungere il 100% di carica si porterà a casa il primo dei due punti necessari per vincere. L’altra modalità invece, Turf Wars, concentrerà il combattimento in 3 zone che, se conquistate e difese per pochi secondi dall’assalto nemico, garantiranno un punteggio che andrà ad accumularsi per raggiungere la vittoria (il solito dominio per intenderci).

Il Level Design è sicuramente uno dei punti forti del titolo poiché propone strutture futuristiche decisamente accattivanti, dalla spiccata verticalità e dotate di cunicoli, doppi livelli e zone a gravità zero in cui le lotte si fanno ancora più feroci ed imprevedibili. Stesso discorso non può essere invece fatto per la modellazione dei personaggi, abbastanza invera ed un po’ anonima, con una caratterizzazione degli stessi lievemente sottotono anche se mossi da un motore ottimo come l’Unreal Engine 4.

 

CERTEZZE E DUBBI

Sono molti i punti forti di questo LawBreakers che ci fanno ben sperare per il successo. La struttura basata sulle classi, per quanto vista e rivista in decine di produzioni moderne risulta ben implementata e dotata di una forte personalità che fa sfumare il senso di “già visto” già alla prima prova. Gli eroi, inoltre, per quanto esteticamente poco ispirati, sono dotati di set di armi e abilità affascinanti e divertenti da usare. Il level design, come scritto in precedenza, garantisce una certa varietà negli scontri a fuoco introducendo anche alcune meccaniche particolari per un FPS multiplayer come le battaglie a gravità zero.

Il vero e più grande dubbio che ci attanaglia però, è legato al bilanciamento dei vari eroi che, a nostro parere, andrebbe fortemente rivisto nei mesi che separano questa Beta dal momento del rilascio del gioco completo. Troppe volte, infatti ci è capitato di trovarci abbattuti praticamente in un solo colpo dai personaggi dotati di lanciarazzi che, lo ricordiamo, è un arma con cui il Titan viene generato mentre dall’altro lato ci sono alcuni personaggi il cui quantitativo di danno inflitto è decisamente troppo esiguo per rappresentare un vero pericolo. In più, nelle lotte 2 contro 1, è quasi sempre necessario fuggire in quanto, se non si è dotati della Finisher, si rischia di incorrere in una morte prematura in men che non si dica, un dettaglio, questo, che ci ha fatto storcere il naso in più di un’occasione.

Per concludere, crediamo molto in questo nuovo progetto di Cliff Bleszinki e BossKey poiché ci sembra un titolo solido, frenetico, divertente e ben strutturato. In un panorama così congestionato come quello degli shooter in prima persona sarà difficile emergere come una realtà leader nel settore ma ci sentiamo di promuovere lo sforzo di creare un prodotto fresco e con una personalità fortemente marcata. LawBreakers potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa.

Altri articoli in Anteprime

Dauntless – Closed Beta, le prime impressioni

Federico Peres15 ottobre 2017

LEGO Ninjago Il Film: Videogame, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella14 ottobre 2017

Star Wars Battlefront 2: abbiamo provato in anteprima il titolo alla Milan Games Week

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

Far Cry 5: la prova del nuovo e atteso capitolo della serie Ubisoft

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

South Park Scontri Di-Retti: la nostra prova alla MGW 2017

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017

Detroit Become Human: provato il titolo di Quantic Dream alla MilanGamesWeek 2017

Antonio Salvatore Bosco3 ottobre 2017