News

La serie di Call of Duty sta perdendo smalto? La risposta di Brian Horton

News
Francesco Procopio
Francesco, è nato il 1° novembre del 1995 nella città di Torino. Cresciuto a pane, Dragon Ball e Pokémon, si è appassionato relativamente tardi ai videogiochi, all’età di 10 anni, da quel momento ha capito che [..]

Francesco, è nato il 1° novembre del 1995 nella città di Torino. Cresciuto a pane, Dragon Ball e Pokémon, si è appassionato relativamente tardi ai videogiochi, all’età di 10 anni, da quel momento ha capito che [..]

A quanto pare la famosissima saga videoludica creata da Activision, potrebbe arrivare alla fine, ciò dipende dal fatto che l’ultimo gioco alla prima presentazione al mondo si è posizionato al 4° posto su Youtube come il video con più non mi piace della storia, anche se con il gameplay mostrato all’E3 2016 è riuscito a riprendersi con qualche applauso ed esclamazione di piacere. Ma ciò non convince tutti i fan che si trovano a chiedere che cosa ha perso la saga, cosa è successo alla formula originale.

Di sicuro gli unici che possono rispondere a questa domanda sono gli sviluppatori stessi, che a quanto pare non sentono molte delle richieste da parte dei maggiori fan della saga, al contrario della sua stessa rivale che invece ha recuperato molti fan. Quindi se non è la concorrenza che sta facendo scomparire la saga di Call of Duty, che cos’è? Può essere solo la strada che la Activision ha deciso di percorrere portando, il gioco di guerra più famoso, a diventare un mix di fantascienza e proiettili anche se di giochi così ne sono pieni gli scaffali e, diciamolo, che alla lunga sta cominciando a stancare.

Brian Horton l’art director di Infinity Ward risponde in questo modo alle domande che gli sono state poste:

“Abbiamo una fanbase molto appassionata e davvero molto grande, sostanzialmente ecco cosa succede: quando crei qualcosa di nuovo per un Call of Duty, ci son sempre miriade di risposte. Eravamo sicuri che, appena si fosse presentata l’occasione di far vedere nuovi contenuti nel loro contesto, come nel caso dell’E3, le persone si sarebbero fatte un’idea più precisa del gioco, e infatti stiamo ottenendo risposte estremamente positive.”

Diciamo che il gioco ha ricevuto molte critiche ma anche commenti positivi e, quindi, Activision si difende dicendo che è naturale ricevere critiche quando si ha un titolo così importante.

Altri articoli in News

Final Fantasy XV: annunciato un update gratuito per la storia del gioco

Antonio Salvatore Bosco21 settembre 2017

The Evil Within 2: scopriamo Union, l’ambientazione del gioco

Antonio Salvatore Bosco21 settembre 2017

[RUMOR] Square Enix ricerca personale per un lavoro sulla serie Nier

Antonio Salvatore Bosco21 settembre 2017

Final Fantasy XV: Square Enix vorrebbe portare il titolo anche su Switch

Antonio Salvatore Bosco20 settembre 2017
Suicide Guy Cubby Pixel

Suicide Guy – è arrivato l’aggiornamento con i livelli extra

Alessandro d'Amito20 settembre 2017

Xbox: i controller usati per i sottomarini USA

Marco Pasqualini20 settembre 2017