NIOH - GIOCHIAMO ALL'ACTION RPG RILASCIATO DA TEAM NINJA! | OGGI alle 16:00

LA SERIE SERIA MA NON TROPPO. NON CHIEDETE CHE SI OFFENDE, È SENSIBILE!

La Bella e La Bestia – La recensione

Anteprime
Alessandro Niro
Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensionista di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensionista di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Ammettiamolo, tutti noi siamo cresciuti ed abbiamo amato i classici Disney. La Bella e La Bestia, Biancaneve, Cenerentola, Il Re Leone, tutte pellicole indimenticabili che stanno riprendendo vita grazie ai live action. Da Maleficient, al fantasy di Alice in Wonderland, da Cenerentola, all’incredibile riadattamento di Kipling Il Libro Della Giungla.

Con La Bella e La Bestia, la Disney si sforza di riproporre la magia, gli abiti e le canzoni che abbiamo visto in passato nel film di animazione del 1991 e che, ovviamente, ha contribuito a creare quello che oggi, in parte, siamo.

Dopo due film poco apprezzati dalla critica e dal pubblico: Bestly, rivisitazione in chiave moderna della favola, uscito “malamente” nel 2011 e La Bella e La Bestia del 2014, la Disney si è finalmente decisa di creare un live action di tutto rispetto che rispecchia i canoni del vecchio film di animazione tanto acclamato.

UN CAST D’ECCEZIONE

Diretto da Bill CondonLa Bella e La Bestia vanta un cast d’eccezione. A contendersi il cuore di Belle, incarnata da Emma Watson, saranno Dan Stevens, che incarnerà la figura del principe/bestia e Luke Evans, l’arciere charmant in Lo Hobbit e Vampiro in Dracula Untold che impersonerà il narcisista Gaston.

Tra la Bestia e Gaston, il villaggio ed il castello, si svolge il percorso di emancipazione di una donna legata al padre da un sentimento indissolubile che la porterà, contro ogni sua aspettativa, al vero amore. Ovviamente non possiamo non menzionare anche l’altra parte del cast che, benché passi di secondo piano, non risulta assolutamente popolata da sconosciuti i quali: Ewan McGregor (Star Wars, BigFish, Trainspotting) e Stanley Tucci (Transformers, Hunger Games, Capitan America), Emma Thompson (The Love Punch, Bridget Jones’s Baby, Men in Black 3) e Ian McKellen (Il Signore degli Anelli, Lo Hobbit, X-Men), che prestano la loro voce a candelieri, pianoforti, teiere, pentole ed armadi oltre che, ovviamente, fare la loro piccola (e divertente) apparizione nell’introduzione e nel finale della pellicola.

UNA FAVOLA SENZA TEMPO

Non c’è niente che oggi sia più fuori dal tempo di una storia come La Bella e La Bestia, specialmente se raccontata in questa maniera. Un film godibile, che ci permette di tornare bambini con le stesse musiche e canzoni del “vecchio” film d’animazione anche se, spesso e volentieri, cambiando o storpiando frasi che fanno storcere il naso a molti, dimostrando che, la scelta migliore da fare, doveva essere quella di rimanere fedele al cartone animato.

La Bella e La Bestia incanta e rimane comunque una fantastica favola di cui non ci si stanca mai. Il sentimento tra una giovane donna ed un principe tramutato in bestia da una maledizione sottolinea un racconto morale, basato sul valore della bellezza interiore e la necessità di andare oltre le apparenze. L’amore tra la Bella e la Bestia manda un messaggio forte e chiaro al pubblico, la necessità di accettare le proprie manchevolezze ma anche di amare non solo l’estetica una persona ma la sua interiore unicità.

CONCLUSIONI

La Bella e La Bestia si conferma come la migliore favola di sempre. Un cast eccezionale che riesce a comunicare emozioni allo spettatore, con una Emma Watson interessante ma che, purtroppo, non riesce a dare il meglio di sé e brillare di luce propria. Si potevano evitare dei cambiamenti all’interno dei testi delle canzoni che oramai noi tutti sappiamo a memoria distorcendo, anche malamente, il senso, la storia e la musicalità della stessa. Il doppiaggio Italiano, come sempre, non risulta dei migliori. Un film di cui consigliamo comunque la visione la quale, non deluderà gli amanti dei grandi classici Disney.

La Bella e La Bestia

La Bella e La Bestia
8

Doppiaggio

7/10

Musiche/Canzoni

9/10

Regia

8/10

Interpretazione

8/10

Effetti speciali

9/10

Pros

  • Un cast d'eccezione
  • In sala, si ritorna bambini
  • Fantastici effetti speciali
  • La rinascita di una favola immortale

Cons

  • Aggiunte e cambi alle canzoni classiche che fanno storcere il naso
  • Doppiaggio che rischia di rovinare il film

Altri articoli in Anteprime

Justice League, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi15 novembre 2017

Thor: Ragnarok, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi20 ottobre 2017

Cars 3, la Recensione – NO SPOILER

Gloria Graziani13 settembre 2017
Insidious Capitolo 4 - L'ultima Chiave

Insidious Capitolo 4 – L’ultima Chiave: online il primo trailer

Nicoletta Salvi5 settembre 2017

Dunkirk – Anteprima italiana all’Arsenale di Venezia

Antonio Salvatore Bosco29 agosto 2017
IT

IT – Un nuovo video dietro le quinte anticipa il debutto del film

Roberta Galluzzo27 agosto 2017