Joe Bernthal annuncia che The Punisher non sarà più lo stesso dopo gli eventi di Daredevil

News
Davide Montalto
Davide nasce a Trapani nel luglio del 1995, all’età di 5 anni si trasferisce a Brescia dove vive tutt’ora. Fin da piccolo è appassionato di videogames e serie TV/film, la prima console è stato lo storico nintendo DS Lite, che conserva ancora gelosamente. Dai 15 anni si avvicina al mondo delle serie TV, usando il tempo libero disponibile per l’infinito recupero delle puntate. Da qualche anno si è avvicinato al mondo della MARVEL [..]

Davide nasce a Trapani nel luglio del 1995, all’età di 5 anni si trasferisce a Brescia dove vive tutt’ora. Fin da piccolo è appassionato di videogames e serie TV/film, la prima console è stato lo storico nintendo DS Lite, che conserva ancora gelosamente. Dai 15 anni si avvicina al mondo delle serie TV, usando il tempo libero disponibile per l’infinito recupero delle puntate. Da qualche anno si è avvicinato al mondo della MARVEL [..]

In una recente intervista, Joe Bernthal parla della sua interpretazione di Frank Castle nella seconda stagione di Daredevil. Bernthal ha affermato che prima di essere contattato per il seguente ruolo, non stava realmente cercando un ruolo da supereroe, ma conoscere la storia di Castle è stato quello che gli ha fatto cambiare idea: ” Non stavo disperatamente cercando di entrare nel mondo dei fumetti, per me Castle è un essere umano: niente superpoteri, ne superforza, il suo superpotere è la sua umanità. La sua rabbia, la sua perdita. Non avrei mai potuto interpretare questa parte se non fossi stato un marito e un padre. Fino a quando non capisci cosa voglia dire amare qualcuno più di te stesso, non puoi capire come ti saresti sentito se fosse capitato a te“.

Bernthal ha anche parlato di come lo stile di combattimento del Punitore differisce da come lo vedono i fan inizialmente a quelli che vedranno gli altri Difensori, come Daredevil, Luke Cage e Jessica Jones. ” Penso che quando si parla di personaggi come questi, il loro modo di combattere rispecchia per cosa combattono. Battere qualcuno fino a trascinarlo in prigione è diverso da qualcuno che esercita la propria rabbia sulla gente. Il Frank Castle che si trova in questa storia non è “The Punisher”. E’ scosso dalla perdita della famiglia, è guidato dalla rabbia in una singola e unica missione: trovare chi ha ucciso la famiglia e vendicarsi, in maniera brutale“.

Per quanto riguarda la sua scena preferita in Daredevil 2 è stata sorprendentemente una senza scontro a fuoco o pugni volanti:” Una parte di questo ragazzo, è un uomo alla ricerca di se stesso; ha il dolore, il rimpianto, il rimorso. C’è la scena del cimitero, dove rileva la sua natura celata da tanta crudeltà e rabbia. Egli offre questa scena spiegando a Daredevil perché è tornato in città, il motivo della sua caccia spietata. Ma lo fa con una tale dolcezza, una tale umanità fino a prima mai dimostrata, dove mostra l’uomo ferito e distrutto che realmente è. Secondo me questa è una delle scene chiave della seconda stagione“.

Marvel ha confermato che uno spin-off sul Punitore è attualmente in fase di sviluppo, ma nessuna data è stata annunciata fino ad ora.

Altri articoli in News

Rick & Morty -Le foto della Szechaun Sauce sono in vendita su Ebay

Imma Marzovilli20 ottobre 2017

The Punisher: Svelata la data d’uscita della serie su Netflix

Simone La Ganga20 ottobre 2017

Daredevil,stagione 3: su Twitter, Netflix rilascia un Teaser

Simone La Ganga18 ottobre 2017

Annunciato l’adattamento televisivo de Il Nome della Rosa

Matteo Ivaldi17 ottobre 2017

Nuovo trailer per The Alienist, crime drama storico sui serial killer

Matteo Ivaldi17 ottobre 2017

The Punisher, Marvel/Netflix: Altro Banner altra attesa

Simone La Ganga14 ottobre 2017