IT – Scene tagliate: il passato di It e quella scena “molto inquietante”

Cinema
Giorgio Paolo Campi
Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta"; se non sta guardando un film o leggendo un fumetto chiamate aiuto, perché sicuramente la situazione è grave. E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta"; se non sta guardando un film o leggendo un fumetto chiamate aiuto, perché sicuramente la situazione è grave. E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Bill Skarsgård, il nuovo Pennywise cinematografico, ha rivelato alcuni dettagli su una scena di flashback tagliata da IT, a suo dire “molto inquietante”.

IT, nuovo adattamento cinematografico dal romanzo omonimo di Stephen King, è uscito durante la seconda settimana di settembre in molti paesi del mondo, raccogliendo discordanti pareri di critica (anche se perlopiù positivi) e un incredibile successo al box office, con quasi 219 milioni di dollari guadagnati, e posizionandosi secondo nella classifica americana per il primo week-end tra gli incassi di film “R-Rated” (123 milioni, battuto solo dai 132 milioni di Deadpool).

A quanto pare, il regista Andrés Muschietti e gli sceneggiatori Gary Dauberman e Chase Palmer non solo hanno dovuto completamente rivoluzionare il copione già impostato da Cary Fukunaga (escluso dalla produzione nel maggio 2015), ma nel cut finale per la distribuzione cinematografica hanno deciso di scartare molto altro materiale girato.

Bill Skarsgård, attore che veste i panni di Pennywise, il diabolico clown di Derry, ha dichiarato durante il podcast Playback di Variety del 14 settembre che alcune di esse dovevano riguardare dei flashback che esploravano il lunghissimo passato di It, creatura misteriosa ed estremamente longeva, che periodicamente si risveglia dal suo letargo per nutrirsi.

A quanto pare, l’idea non è del tutto nuova, dal momento che già nelle bozze di Fukunaga erano presenti alcune scene in cui Pennywise avrebbe dovuto suonare il piano in un saloon nel XIX secolo, incitando alla violenza, o un’altra ambientata in periodo coloniale, in cui il clown avrebbe dovuto divorare un bambino.

In particolare però Skarsgård ha rivelato alcuni dettagli su una scena ambientata nel XVII secolo, che è stata effettivamente girata:

C’era una scena che abbiamo girato che consisteva in un flashback nel ‘600, prima che Pennywise [fosse Pennywise]. La scena si rivelò molto, molto inquietante. Io non sono il clown. Sembro di più me stesso nella realtà. E’ molto scioccante, una sorta di storia sullo sfondo che narra che cosa sia It, o da dove venga Pennywise. Questo potrebbe essere qualcosa che varrà la pena esplorare con il prossimo [film, il secondo della bilogia, nda]. L’idea è che l’entità ‘It’ sia dormiente per migliaia e migliaia di anni. La scena [del flashback] accenna a quello”.

Questa scena, insieme con altre già segnalate dal regista – come la scena del Bar mitzvah di Stanley Uris e una sequenza non tagliata ambientata nella cava – potrebbe entrare nella versione “director’s cut” che Warner Bros. ha commissionato a Muschietti per la release del film in home video (ancora senza data d’uscita ufficiale), e che dovrebbe contenere circa 15 minuti di scene aggiuntive, oppure, in alternativa, potrebbe confluire nel secondo capitolo della bilogia, come sembra suggerire lo stesso Skarsgård con le sue parole. Inoltre, l’attore ha anche espresso la sua opinione sulla caratterizzazione del personaggio di It, e su quali possano essere in futuro gli sviluppi che lo riguardano:

Il romanzo è molto astratto e metafisico riguardo a cosa significhi esistere, e all’idea della fantasia, dell’immaginazione e di tutte queste cose. Penso che potrebbe essere interessante esplorare anche questo aspetto. Cioè, cos’è Pennywise? Esiste soltanto nell’immaginazione dei bambini. Se non credi che sia reale, allora potrebbe non essere reale. C’è un aspetto interessante da approfondire in questo caso”.

IT, prodotto da New Line Cinema e distribuito da Warner Bros., ha visto in cabina di regia l’argentino Andrés Muschietti (La madre), mentre si sono dedicati alla sceneggiatura Chase Palmer e Gary Dauberman (Annabelle, Annabelle: Creation, The Nun). Tra gli altri membri del cast: Jaeden Lieberher (Bill Denbrough), Finn Wolfhard – il Mike di Stranger Things (Richie Tozier), Jeremy Ray Taylor (Ben Hanscom), Sophia Willis (Beverly Marsh), Wyatt Oleff (Stanley Uris), Chosen Jacobs (Mike Hanlon), Jack Dylan Grazer (Eddie Kaspbrak), Nicholas Hamilton (Henry Bowers).

La pellicola, prima di una bilogia, è uscita nelle sale statunitensi l’ 8 settembre 2017; per vederlo al cinema in Italia, invece, dovremo attendere il 19 ottobre 2017.

Altri articoli in Cinema

MCU: Kevin Feige ha già qualche idea su una futura scena in un film degli X-Men

Francesco Damiani22 gennaio 2018

The Open House, la Recensione, NO SPOILER

Annamaria Rizzo22 gennaio 2018

La Spada nella Roccia: il live-action del classico Disney potrebbe aver trovato un regista

Federica Vacca22 gennaio 2018

Screen Actors Guild Awards, ecco i vincitori dei premi del 2017

Silvestro Iavarone22 gennaio 2018

Wonder Woman 2 sarà il primo film ad adottare politiche contro le molestie sessuali

Dario Penza22 gennaio 2018

Avengers 4: le nuove foto dal set confermano la presenza di Nick Fury e di Maria Hill

Alessio Lonigro22 gennaio 2018