I Babysitter, la recensione

Cinema
Alessandro Niro
Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensionista di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensionista di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Dopo il flop ed i pareri negativi della critica e del pubblico ricevuti con Fuga di Cervelli e, successivamente, il grande successo con Belli di papà, la Colorado Film si butta nuovamente sul mondo del cinema con una nuova commedia comica, I Babysitter.

La pellicola, come già moltissimi sanno è anche questa, come i precedenti, un remake che riprende il film Francese: “Babysitting – Una notte che spacca” di Nicolas Benamou e Philippe Lacheau.

articolo-354-1150x16

Troviamo in questa pellicola un ponte di collegamento tra due pietre miliari del settore cinematografico: “Una notte da Leoni e “Project X – una festa che spacca“. La prima per l’essenza, anche qui come in Una notte da Leoni” troviamo il ‘bello’ e ‘sciupa femmine’ Ruffini (come Phil), il comico amico impersonato da Pisani (come Alan) e lo sfigato secchione Mandelli (come Stu). La seconda invece per la regia, infatti la storia viene raccontata tramite un video di una cam in possesso da Andrea Pisani per tutta la durata degli eventi.

TRAMA

Andrea (Francesco Pisani) è impiegato in un’azienda che promuove talenti sportivi di cui a capo vi si trova Gianni Porini (Diego Abatantuono), assolutamente privo di scrupoli nei confronti dei suoi dipendenti. Un giorno Porini, che doveva andare ad una serata di gala con la moglie Marta, si ritrova sprovvisto di una baby sitter che potesse occuparsi del figlio Remo. Su due piedi, ingaggia Andrea, obbligandolo praticamente a presentarsi a casa sua nel ruolo la sera stessa, nonostante quest’ultimo, si fosse già programmato con gli amici Aldo e Mario che gli avrebbero preparato una festa di compleanno a sorpresa, invitando anche la sua fiamma Sonia. Il mattino dopo Porini viene contattato dalla Polizia che lo invita a tornare a casa, scoprendo, una volta entrato, che la sua casa è stata luogo di un festino e che suo figlio Remo è sparito, insieme al babysitter. La Polizia trova una videocamera ove vi è la registrazione completa di ciò che è accaduto la sera prima.

i-babysitter-2016-movie-trailer

LA NUOVA COMICITA’ ITALIANA?

E’ innegabile come oramai la comicità sia cambiata radicalmente nel corso degli anni. Un tempo bastava un film muto in bianco e nero per instaurare nel pubblico risate isteriche, oggi invece, ci servono scene e situazioni al limite dell’impossibile, stravaganti e completamente fuori dagli schemi.

In questo c’è da dire che il nuovo Colorado Film abbia centrato in pieno. Nonostante la poca originalità della storia e un finale abbastanza prevedibile, ha saputo far ridere e divertire il pubblico in sala. Alcune situazioni hanno ecceduto di cattivo gusto ma, in line generale, il film non è affatto male e merita sicuramente un posto tra i film apprezzabili dalla critica. Merito anche del fortissimo Diego Abatantuono il quale, come possiamo captare anche dalla locandina postata sotto, vuole presentarsi da mentore per i giovani e futuri comici passando loro il testimone della comicità Italiana (avrà fatto bene?).

14424904_10154387149490549_6130275791302290644_o

Se consideriamo il vuoto di Fuga di cervelli e compagnia, con I Babysitter la Colorado Film ha fatto un bel passo avanti producendo una pellicola che, sicuramente, sbancherà ai botteghini.

Una domanda sorge spontanea: ma è possibile che noi Italiani non riusciamo a produrre una commedia comica irriverente senza dover forzatamente utilizzare un film straniero come remake? Riusciremo mai a produrre un successo noi stessi senza imitare e/o copiare altre Nazioni?

I Babysitter

I Babysitter
7.3

Regia

7/10

    Fotografia

    7/10

      Regia

      8/10

        Comicità

        8/10

          Cast

          7/10

            Pros

            • Molto divertente in certi frangenti
            • Ospiti ed apparizioni di spessore
            • Abatantuono fantastico nel ruolo
            • Ottime le riprese di regia

            Cons

            • Poca originalità nella storia
            • Finale abbastanza prevedibile
            • A volte eccede il cattivo gusto

            Altri articoli in Cinema

            mammaiuto film un lungo cammino

            Mammaiuto al cinema: Brandon Box acquisisce i diritti di Un lungo cammino

            Claudia Padalino16 agosto 2017

            Gremlins 3: Gizmo potrebbe morire

            Rachele Innocenti16 agosto 2017
            Godzilla King of The Monsters

            Godzilla King of The Monsters – Il regista annuncia l’arrivo di Destoroyah?

            Luca Paura16 agosto 2017

            Monolith, la Recensione – NO SPOILER

            Gerardo Americo15 agosto 2017

            Captain Marvel – nuova immagine del costume

            Gerardo Americo15 agosto 2017

            Deadpool 2, incidente sul set: morta giovane stuntwoman

            Nicoletta Salvi15 agosto 2017