Horizon Zero Dawn: perché un GDR? Lo spiega Guerrilla Games

News
Maria Elena Sirio
Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Stando al progetto iniziale, Horizon Zero Dawn non doveva essere un gioco di ruolo. A spiegarlo è Guerrilla Games. 

Il team infatti, in origine, avrebbe voluto semplicemente creare un gioco open world, ma si ritrovò presto costretto ad inserire altri elementi per poter spiegare la storia. Sono quindi diventate necessarie la presenza di una ruota dei dialoghi, e di una struttura che permettesse di scegliere tra missioni principali e secondarie.

A queste principali modifiche si sono poi aggiunte quelle fatte ai combattimenti, come la comparsa del danno inflitto ai nemici e altri dettagli.

Tutti elementi tipici dei giochi di ruolo, dunque, che hanno presto fatto capire al team di Guerrilla Games quale struttura avrebbe avuto il titolo.

Altri articoli in News

Milan Games Week: vi saranno oltre 50 videogiochi italiani in mostra

Antonio Salvatore Bosco21 settembre 2017

Disponibile un primo video gameplay di Hokuto ga Gotoku

Alessandro d'Amito21 settembre 2017

Primo gameplay trailer per Resident Evil 7 DLC “Not a Hero”. Guardiamolo insieme

Alessandro d'Amito21 settembre 2017

Left Alive: il nuovo gioco Square Enix si mostra nel primo trailer

Antonio Salvatore Bosco21 settembre 2017
Zone of the Enders the 2nd Runner VR

Zone of the Enders: The 2nd Runner M∀RS – guardiamo il trailer esteso diffuso da Konami

Alessandro d'Amito21 settembre 2017

Ace Combat 7 – Bandai Namco ci mostra due nuovi velivoli e un Trailer

Alessandro Guida21 settembre 2017