News

Horizon: Zero Dawn, motivi del rinvio

News
Maria Elena Sirio

Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Secondo il progetto iniziale, il tanto atteso Horizon: Zero Dawn sarebbe dovuto arrivare quest’anno. Purtroppo, invece, il titolo è stato rimandato a febbraio 2017 e, a spiegarcene il motivo, è stato il director Mathijs de Jonge, all’interno di un’intervista da parte di GameSpot.

Secondo le sue dichiarazioni il gioco sarebbe stato rimandato a causa della sua grandezza e varietà. Essendo un open world, con molte quest e location, ma soprattutto molte Macchine differenti da affrontare (ricordiamo che nel gioco saranno loro a comandare il mondo, mentre gli uomini sono quasi estinti), ha richiesto molte attenzioni e cure.

De Jonge, però, avrebbe affermato che il ritardo sia soltanto una questione di rifiniture, necessarie al fine di migliorare ogni comparto dell’esperienza videoludica. Il direttore ha inoltre aggiunto: “Siamo un team di duecento persone, ora, ma ci sono tantissimi contenuti che ancora richiedono di essere controllati, valutati ed eventualmente migliorati.”

Per poter vedere Horizon: Zero Dawn, dunque, bisognerà aspettare ancora un po’, ma se questo lasso di tempo potesse portare alla perfezione?

Altri articoli in News

Far Cry 5

FarCry 5 – Pubblicata la prima keyart che introduce l’ipotetico Boss del gioco

Giuseppe Barbieri24 maggio 2017

Fallout 4 potrà essere giocato gratis questa settimana

Alessandro Guida24 maggio 2017

[RUMOR] Red Dead Redemption 2 ha una data di uscita

Matteo Pugliese24 maggio 2017

Xbox Scorpio: secondo Phil Spencer le migliori versioni dei giochi saranno per console Microsoft

Matteo Pugliese24 maggio 2017

Playstation, il CEO di Sony parla sulla concorrenza di Xbox Scorpio e Nintendo Switch

Matteo Pugliese24 maggio 2017

Il CEO di Take-Two ha anticipato un nuovo capitolo di una famosa serie

Matteo Pugliese24 maggio 2017