Gundam Ironblooded Orphans – 2×11 Ali impure

Recensioni
Alessandro d'Amito
@Siberian89

Siberian89 o, per gli amici Sib. Geek blogger, amante di film, giochi, serie tv, fumetti, romanzi, Magic the Gathering, Hearthstone. Fanatico Caotico.

Mobile Suit Gundam Ironblooded Orphans, dove eravamo rimasti? Ah, sì, al risveglio su Marte di Hashmal, un Mobile Armor tra le cause della Calamity War, splendidamente armato e senza cuore, in grado di sterminare da solo un quarto della popolazione del pianeta Terra. Se non è questo l’inizio della battaglia più importante della serie, non sappiamo quale altro possa essere.

Mobile Suit Gundam Ironblooded Orphans 2x11

Con l’undicesima puntata, Ali impure, apprendiamo quanto stupido e senza speranze sia Iok. Le varie volte che il personaggio era stato tirato in ballo nelle puntate non aveva mai brillato per intelligenza, ma così si dimostra solo un ragazzino stupido e non meritevole della sua posizione di potere, probabilmente ottenuta solo grazie alla sua discendenza.

A parte l’incoscienza di Iok, Ali impure ci ricorda che le battaglie vanno pianificate, per trarre il massimo vantaggio possibile e aumentare le possibilità di vittoria. Gundam Ironblooded Orphans ha sempre avuto un occhio di riguardo per questi accorgimenti, come la disputa di potere tra alleati durante una battaglia o le questioni politiche nella gestione delle guerre, e questo episodio continua a mantenersi coerente con la cura della serie.

Mobile Suit Gundam Ironblooded Orphans 2x11

Ovviamente, ogni piano può essere stravolto da fattori esterni e bisogna cercare di improvvisare al meglio con quello che si ha a disposizione. Per quanto l’intervento di Gjallarhorn possa pesare sulla difesa di Marte, potrebbero esserci speranze di riuscita se Vidar decidesse di attendere per riscuotere la sua vendetta personale. In ogni caso, il dodicesimo episodio si propone come colmo di battaglie, come non se ne vedevano da un po’.

Mobile Suit Gundam Ironblooded Orphans ci porta la sua versione della guerra tra Angeli e Demoni e, ancora una volta, i demoni sono pilotati da esseri umani. Ricordiamo che l’anime, diviso in due stagioni, è trasmesso in Italia in streaming sul portale VVVVID, con ritardo di una settimana rispetto alle uscite giapponesi.

Altri articoli in Recensioni

My Hero Academia Stagione 2

My Hero Academia – 2×08 Lotta, sfidante!

Alessandro d'Amito23 maggio 2017

Twin Peaks: Il Ritorno Parte 1 & 2, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella22 maggio 2017
My Hero Academia Stagione 2

My Hero Academia – 2×07 Vittoria e sconfitta

Alessandro d'Amito16 maggio 2017
master of none Stagione 2

Master of None Stagione 2, la Recensione – NO SPOILER

Alessandro d'Amito14 maggio 2017
My Hero Academia Stagione 2

My Hero Academia – 2×06 Il ragazzo nato con ogni dono

Alessandro d'Amito9 maggio 2017

Pretty Little Liars 7×13: Hold Your Piece

Gloria Graziani9 maggio 2017