Cinema
Stella Artuso
Classe 1994. Friulana d’origine, barese di nascita e scozzese d’adozione, (ma non lo dite al suo accento, lui è americano e non ammette ragioni!) Stella cresce con la sindrome di Lady Oscar. Si avvicina al mondo nerd in tenera età, complici l’avversione per il rosa e le sfide all’ultimo sangue con un padre che non ammette sconfitte a Max Payne. E a GTA. E a Need for Speed. E…insomma! Un padre che non ammette sconfitte. Ducatista sfegatata, ha una passione per ogni cosa che abbia ruote (biciclette escluse n.d.a) ed è affetta da bibliomania incurabile. È molto probabile che muoia seppellita dai suoi stessi libri o per una battuta al momento sbagliato e ad una persona sbagliata.

Classe 1994. Friulana d’origine, barese di nascita e scozzese d’adozione, (ma non lo dite al suo accento, lui è americano e non ammette ragioni!) Stella cresce con la sindrome di Lady Oscar. Si avvicina al mondo nerd in tenera età, complici l’avversione per il rosa e le sfide all’ultimo sangue con un padre che non ammette sconfitte a Max Payne. E a GTA. E a Need for Speed. E…insomma! Un padre che non ammette sconfitte. Ducatista sfegatata, ha una passione per ogni cosa che abbia ruote (biciclette escluse n.d.a) ed è affetta da bibliomania incurabile. È molto probabile che muoia seppellita dai suoi stessi libri o per una battuta al momento sbagliato e ad una persona sbagliata.

Ambientato in un universo storico alternativo all’apice della Guerra Fredda fra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica, il film vede come protagonisti un gruppo di supereroi sovietici.
Un’organizzazione segreta chiamata ‘Patriota’ recluta, alterando ed aumentando le proprietà del loro DNA, quattro individui per poter difendere la loro madrepatria da minacce supernaturali.
Vissuti nell’ombra per lungo tempo e costretti a nascondere la loro reale identità, i nostri eroi saranno chiamati a mettersi a lavoro e a difendere il loro Paese.
Del team fanno parte rappresentanti di diverse nazioni dell’URSS, i cui superpoteri riflettono i punti di forza e le tradizioni popolari delle popolazioni dell’Est Europa.

Ad interpretare i ‘Защитники’ (i Guardiani) gli attori Sebastien Sisak nel ruolo di Ler: un uomo in grado di manipolare la terra ed ogni tipo di roccia; Anton Pampushniy: Ursus, che come suggerisce il nome è in grado di trasformarmi in una sorta di orso mannaro; Sanzhar Madiev: Khan o Windman, la cui velocità ed abilità con ogni sorta di lama ha un che di inumano ed infine Alina Lanina nei panni di Xenia o Waterwoman.

Diretto dal regista Sarik Andreasyan il film è previsto nelle sale cinematografiche per il 23 febbraio 2017.
Nel frattempo godiamoci il nuovo trailer del film!

Enjoy!

Altri articoli in Cinema

Box Office e Cinecomics: analisi e confronti di un 2017 da ricordare

Andrea Prosperi22 novembre 2017

Justice League: poster inquietante nei cinema cinesi

Annamaria Rizzo21 novembre 2017

Star Wars: Gli ultimi Jedi – Nuovi dettagli sulle “volpi di cristallo”

Giorgio Paolo Campi21 novembre 2017
Molestie a Hollywood, Kevin Spacey

Molestie a Hollywood: Kevin Spacey è entrato in rehab ma altri big sono sotto accusa

Nicoletta Salvi21 novembre 2017

Marvel vs. DC: parla il co-sceneggiatore di Doctor Strange

Alessio Lonigro21 novembre 2017

Coco: il nuovo film d’animazione firmato Disney Pixar

Annamaria Rizzo20 novembre 2017