GPU Burning Test : Entry Level – Ottobre 2017

Rubriche
Alessandro Guida
Conosciuto sul web come WhereEaglesDare, l'energumeno che vi scrive è un amante e cultore dei videogames. Dedito al culto della MasterRace da tempo immemore, si diletta fra RTS, RPG - di quelli buoni - e Rocket League.

Conosciuto sul web come WhereEaglesDare, l'energumeno che vi scrive è un amante e cultore dei videogames. Dedito al culto della MasterRace da tempo immemore, si diletta fra RTS, RPG - di quelli buoni - e Rocket League.

Feticisti dell’Hardware, benvenuti al primo appuntamento con la nuovissima rubrica di NerdPlanet.it completamente dedicata alla componentistica PC.

Tramite il nostro Hardware’s Den, vi offriremo la possibilità di rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità in ambito gaming, con analisi, recensioni e speciali su tutto ciò che riguarda le migliori soluzioni per assemblare un degno PC da battaglia.

The Burning Test

In questo articolo di esordio ci focalizzeremo su quelle che risultano essere le periferiche hardware di maggior interesse per noi videogiocatori, le Schede Video. In particolare, la nostra analisi comparativa, denominata Burning Test, prenderà in considerazione di volta in volte una o più coppie di GPU, discriminate in base alla fascia di prezzo.

Quest’oggi il target economico preso come riferimento è quello Entry Level, ovvero la categoria comprendente le periferiche da gioco a basso costo, che garantiscono un rapporto qualità/prezzo tarato verso il basso, permettendo al contempo di giocare ai titoli più recenti in modo dignitoso.

La fascia di prezzo presa in considerazione è quella compresa tra 100 e 200 €, sotto la quale è meglio non spingersi, salvo acquisti di seconda mando, per minimizzare il rischio di gettare al vento i vostri risparmi.

Il Burning Test, nella sua impostazione, prevede una panoramica specifica per ogni Scheda Grafica suggerita, alla quale segue un attenta Analisi Comparata fra le prestazioni dei due Processori Grafici. Premettiamo che non sarà fornito un giudizio soggettivo sul confronto, lasciando al lettore la facoltà di scegliere il componente che più si adatta alle proprie esigenze, sia economiche che prestazionali.

Noi elencheremo pregi e difetti di ogni elemento, mostrandone i punti di forza ed esponendone le relative debolezze, il tutto per potervi porre nella condizione di scegliere consapevolmente la soluzione migliore per VOI.

Per questo mese di Ottobre 2017, la scelta di NerdPlanet.it per la fascia Entry Level è ricaduta su:

AMD RX 560 VS NVIDIA GEFORCE GTX 1050

Prima di procedere ad un confronto diretto fra le due concorrenti, prendiamoci un po’ di tempo per esaminare singolarmente queste due Schede Video.

AMD RX 460 (versione GIGABYTE OC 4GB DDR5)

Forte della sua architettura Polaris 21 – Gen 4 (nome in codice Baffin PRO), la RX 560 si inserisce di diritto in quello che è il range low level di AMD, imponendo nuovi standard prestazionali alle componenti di fascia bassa.

Ponendosi come un upgrade delle precedenti RX 4xx, la serie 500 ripropone delle specifiche molto simili migliorando al contempo quelle che sono le frequenze ed i consumi.

In particolare, la scheda in esame oggi sfrutta il rinnovato sistema produttivo a 14nm, che permette di ridurre temperature e costi in modo marcato rispetto alla generazione precedente. Di base la RX 560 offre un quantitativo di 1024 cores e 16 CUs, superando di netto quella che era la dotazione base di Polaris 11 (896 cores).

Le dimensioni di questa GPU risultano essere contenute, riuscendo con i suoi numeri (21.5cm x 9.5cm x 3.2cm) a rientrare agevolmente nella maggior parte dei case in commercio. I collegamenti video in uscita previsti per questo modello risultano essere tre: un’entrata HDMI 2.0b, una Dual-Link DVI, e un DisplayPort 1.4.

La frequenza standard con la quale ci viene fornita raggiunge i 1090MHz, permettendo un boost prestazionale sino a 1300MHz. Questa potenza di calcolo è coadiuvata da un classico Bus di memoria a 128-bit, sfruttando quelli che sono i 112 GB/s del collegamento PCIe 3.0 x8.

Anche per quanto riguarda il conto dei Transistors vi è stato un miglioramento rispetto alla classe precedente, mettendo in campo 3 miliardi di unità.

Come accennato, i consumi rimangono ridotti, richiedendo soltanto 80W TDP. Alla portata quindi della maggior parte delle configurazioni.

Per il Sistema di Raffreddamento, AMD ha optato per la consueta formula a Doppia Dissipazione. Il modello preso in riferimento è targato GIGABYTE e sfrutta la tecnologia Windforce, prevedendo una coppia di ventole da 80mm a lama triangolare, le quali garantiscono un flusso d’aria ottimizzato del 23% rispetto al modello base.

Ad affiancare il sistema meccanico di ventilazione è presente un Heat Pipe che scarica il calore prodotto dal Processore Grafico direttamente sulla superficie adiacente le ventole, permettendo un raffreddamento immediato ed efficiente. L’intero impianto risulta poco rumoroso e facilmente gestibile tramite software.

Le caratteristiche principali che la RX 560 offre ai giocatori risiedono nell’implementazione della tecnologia AMD FreeSync, la AMD Eyefinity e il sistema di gestione energetica adattivo Radeon Chill. Con questa scheda sarà inoltre possibile accedere a tutti i servizi garantiti dalla nuova suite ReLive.

NVIDIA GEFORCE GTX 1050Ti (versione MSI OC 4GB DDR5)

Per quanto concerne il fronte NVIDIA, con la GTX 1050Ti ci troviamo dinanzi ad una delle migliori Schede Video low cost che sfruttano la tecnologia Pascal.

La lineup della serie GeForce GTX 10×0, portata avanti dal colosso statunitense dal 2016 rappresenta una delle innovazioni tecniche in ambito videoludico di maggior successo.

La Scheda presa in considerazione è la MSI OC Edition, la quale offre 768 CUDA cores portati ad una frequenza base di 1,290MHz, incrementabile tramite overclock a 1,392MHz. Come la rivale, la 1050Ti può contare su di un Bus di Memoria a 128-bit operante sui 112 GB/s del collegamento PCIe 3.0 x8.

Nonostante di entrambi i modelli esista la versione 2GB, per un risparmio di pochi euro abbiamo preferito prendere in considerazione soltanto gli elementi con 4 GB DDR5, ormai il minimo necessario per godere al meglio dei titoli recenti, le quali garantiscono un buffering delle texture completamente su GPU.

Il chip usato per la GTX 1050Ti è la medesima soluzione della sorellastra 1050, il GP107-400. La discrepanza fra le due versioni si risolve nel differente numero di core e nella loro frequenza, permettendo alla seconda di contenere leggermente i costi.

Le dimensioni riportate sul sito ufficiale parlano di un corpo hardware pari a 229 x 131 x 39 mm. Sul fronte consumi, la Scheda Video NVIDIA si comporta in modo egregio, ottenendo un TDP di 75W. Per entrambi i modelli presentati in articolo è consigliato un Alimentatore di almeno 300W, anche se il nostro consiglio è quello di non scendere mai sotto i 500W.

La GTX 1050Ti ci viene fornita da MSI con tre uscite video: un DisplayPort  1.4, uno slot HDMI 2.0 e il classico Dual-Link DVI-D. Come la controparte AMD, questa scheda è dotata di un sistema di dissipazione del calore attivo (TORX 2.0 &  Zero-Frost Stay), sfruttando la doppia ventilazione coadiuvata da un Heat Pipe posto tra la scheda e le ventole da 80mm.

Escludendo il supporto per la VR Technology, la più piccola della serie GTX 10×0 offre le stesse identiche caratteristiche offerte dalla restante flotta NVIDIA: supporto per G-Sync, Geforce Experience, MSI Afterburner Overclock, NVIDIA GameWorks e ShadowPlay.

SCONTRO DIRETTO

Dopo aver esaminato in dettaglio le caratteristiche di queste due Schede Video è arrivato il momento di testarle sul campo. Scopriamo insieme la loro resa in ambito GAMING.

Trattandosi di modelli di fascia bassa, tutti i test presi in considerazione contemplano la risoluzione Full-HD 1080p, essendo contro-produttivo spingere questo hardware verso soluzioni raggiungibili ma scarsamente performanti.

BATTLEFIELD 1 – Impostazioni su ULTRA, DX 11

Con il titolo DICE, entrambe le schede video vengono spremute per bene. La GTX 1050 riesce a comportarsi meglio della concorrente, ottenendo una media di FPS di 50, contro i 40 della RX 560.Entrambe soffrono di framedrops nelle situazioni più impegnative, ma mai al di sotto della sogli dei 30 fps. Settando le impostazioni al di sotto di ULTRA, ambedue le Schede Video riescono ad esprimere un gameplay fluido e senza incertezze, superando abbondantemente i 60 fps. Situazione differente la ritroviamo nel caso delle DX 12, dove la RX 560 riesce quasi al colmare il gap con la concorrente, la quale perde terreno con le nuove librerie.

GTA V – Impostazioni su Molto Alto, DX 11

Durante la Prova con il celebre titolo Rockstar Games, la RX 560 mostra qualche incertezza con tutti i dettagli al massimo. La GTX 1050Ti invece riesce a raggiungere la tanto agognata soglia dei 60 fps, anche se non stabili. Con entrambe le Schede Video abbiamo notato cali di frame in diverse situazioni. In linea di massima, smanettando con i settaggi entrambe raggiungono una frequenza di fotogrammi fluida, anche se la GTX 1050Ti gestisce il tutto in modo più agevole.

The Witcher 3- Impostazioni su Alto, DX 11

Nonostante l’ottimizzazione di The Witcher 3 sia stata costantemente migliorata, il motore grafico utilizzato da CDProjekt RED riesce a sfiancare anche le migliori configurazioni. Entrambe le Schede Video soffrono durante il rendering di ambienti complessi come i complessi urbani, riuscendo nonostante ciò a mantenere un contro di fotogrammi sopra la soglia minima dei 30 fps. Nella maggior parte dei casi la GTX 1050Ti si comporta meglio della RX 560, sfiorando quello che è il target dei 60 fps.

LA RESA DEI CONTI

Trattandosi della fascia di prezzo più bassa a cui un aspirante gamer ha la possibilità di rivolgersi, le Entry Level proposte dalla nostra rubrica riescono a centrare il bersaglio: ottenere un gameplay dignitoso al prezzo più accessibile sul mercato autunnale.

Come potete tranquillamente notare dai grafici di comparazione, vi è una discreta differenza nella resa prestazionale tra i due modelli. La stessa differenza però la riscontriamo nel prezzo:

  • La Scheda Video AMD RX 560 4GB riusciamo ad ottenerla spendendo all’incirca 143 euro
  • La GTX 1050Ti 4GB si trova in vendita alla cifra di 200 euro

I modelli custom presi in considerazione rappresentano le soluzioni più performanti rispetto al modello base fornito dalle case produttrici. A prezzi più bassi sono presenti delle versioni meno potenti e con un quantitativo minore di VRAM.

A voi la scelta Nerdiani! A conti fatti, entrambi i concorrenti hardware dimostrano di poter offrire un ottimo rapporto qualità/prezzo, permettendo al giocatore meno esigente di poter giocare senza esitazioni ai suoi titoli preferiti.

Considerando la mera potenza di calcolo, NVIDIA offre qualcosa in più rispetto alla concorrente, che d’altronde riesce a contenere i costi in modo non indifferente, proponendo il modello base a poco più di 100 euro. La decisione adesso spetta a voi, su quale prerogativa verterà la vostra svelta, miglior prezzo o migliori prestazioni?

Altri articoli in Rubriche

Amazon Black Friday: le migliori offerte su Serie Tv e Film

Davide Montalto24 novembre 2017

Amazon Black Friday: le migliori offerte sui videogiochi

Davide Montalto24 novembre 2017

Bundle Xbox One a un prezzo bomba!

Davide Montalto24 novembre 2017

Amazon Black Friday: Le offerte di oggi

Davide Montalto22 novembre 2017

Amazon: nuova offerta Warner Bros 2×20 su centinaia di titoli

Davide Montalto6 novembre 2017
Amazon Gaming Week

Al via la Amazon Gaming Week con tante offerte su videogiochi e hardware

Alessandro d'Amito27 settembre 2017