Nato nel 1929 a Yamagata,  Giappone, Nakajima ha fatto il suo debutto live-action nel film di Hiroshi Inagaki del 1952 sui samurai, Sword for Hire.

Il film fu co-scritto dal leggendario regista Akira Kurosawa, che più tardi diede all’attore un ruolo minore nei suoi classici:  Throne of Blood, Seven Samurai eYojimbo. Comunque, Nakajima era meglio noto per aver vestito i panni del Re di tutti i Mostri nel film di Ishiro Honda, Godzilla, e 11 dei suoi sequel.

Godzilla non è stato l’unico personaggio dell’attore, che ha interpretato un certo numero di kaiju durante i suoi 18 anni di carriera indossano un costume di gomma. Ha avuto anche ruoli da protagonista, come nel film di Honda del 1961, Mothra, e il film del 1965, King Kong Escapes.

 

Il supervisore agli effetti speciali di Toho, Eiji Tsuyubara ha  considerato Nakajima un tesoro, e un elemento integrale del successo della serie dei film della compagnia.

Avendo cominciato uno studio di effetti speciali indipendente nel 1963, Tsuyubara ha chiamato Nakajima quando lui si è spostato sul piccolo schermo.

L’attore ha intepretato vari mostri, includendo Gomess, il primo vero kaiju ad apparire nella serie del 1966, Ultra Q, che è poi diventata, Ultraman, un franchise che ha dato origine a dozzine di sequel televisivi e cinematografici.

Nella sua ultima collaborazione con Ishiro Honda — nel 1969 con la coproduzioneAmericana/Giapponese Latitude Zero — Nakajima ha interpretato quattro differenti kaiju.

Si è ritirato dalla recitazione in costume nel 1972 quando è uscito dallo studio actor system di Toho. Ma ha continuato a lavorare per la compagnia, come impiegato nel lotto dello studio.

Ha indossato il costume per l’ultima volta nel film di Jun Fukuda, Godzilla vs. Gigan. Ignorato a molti fan, Nakajima ha fatto diversi cameo umani nei vari film del franchise, includendo un giornalista nel film originale di Godzilla, un consulente militare in Destroy All Monsters, è un editore di fumetti nel suo ultimo film kaiju.