“Giù le mani dal mio Pokémon!” e si sfiora la rissa…

News
Stella Artuso
Classe 1994. Friulana d’origine, barese di nascita e scozzese d’adozione, (ma non lo dite al suo accento, lui è americano e non ammette ragioni!) Stella cresce con la sindrome di Lady Oscar. Si avvicina al mondo nerd in tenera età, complici l’avversione per il rosa e le sfide all’ultimo sangue con un padre che non ammette sconfitte a Max Payne. E a GTA. E a Need for Speed. E…insomma! Un padre che non ammette sconfitte. Ducatista sfegatata, ha una passione per ogni cosa che abbia ruote (biciclette escluse n.d.a) ed è affetta da bibliomania incurabile. È molto probabile che muoia seppellita dai suoi stessi libri o per una battuta al momento sbagliato e ad una persona sbagliata.

Classe 1994. Friulana d’origine, barese di nascita e scozzese d’adozione, (ma non lo dite al suo accento, lui è americano e non ammette ragioni!) Stella cresce con la sindrome di Lady Oscar. Si avvicina al mondo nerd in tenera età, complici l’avversione per il rosa e le sfide all’ultimo sangue con un padre che non ammette sconfitte a Max Payne. E a GTA. E a Need for Speed. E…insomma! Un padre che non ammette sconfitte. Ducatista sfegatata, ha una passione per ogni cosa che abbia ruote (biciclette escluse n.d.a) ed è affetta da bibliomania incurabile. È molto probabile che muoia seppellita dai suoi stessi libri o per una battuta al momento sbagliato e ad una persona sbagliata.

Sembra proprio che questa faccenda di Pokémon Go sia sfuggita di mano. Letteralmente. A dimostrarlo pare sia la rissa sfiorata qualche giorno fa in piazza Vittorio Veneto nel pieno centro di Torino.

Sabato scorso, verso le 21 un automobilista e un passante, entrambi alla ricerca delle piccole creaturine targate Nintendo, sono stati i protagonisti di un’accesa lite che ha stupito i presenti e decisamente movimentato la loro serata.

Sulle tracce dello stesso Pokémon, la cui presenza era stata segnalata ad entrambi dai loro Androids, i due contendenti sono giunti quasi alle mani. Nessuno dei due volendo lasciare l’onore della cattura all’altro. “L’ho visto prima io, è mio” avrebbe detto uno dei due a cui il suo oppositore avrebbe risposto “Non è vero! Ho fermato apposta la macchina! E’ mio“.

Gli animi si sono talmente scaldati da portare gli astanti a chiedersi se non fosse il caso di far intervenire le forze dell’ordine. Fortunatamente però sembra non essere stato necessario. L’averle nominate pare abbia fatto rinsavire i due opponenti. Chissà! La minaccia dell’arrivo di un vigile avrà calmato i bollenti spiriti almeno  di uno dei due. Pare che l’automobilista in questione fosse in divieto di sosta e pure con le frecce accese!

Resta solo da chiedersi… era almeno un Pokémon leggendario?

Altri articoli in News

PlayerUnknown’s Battleground, nuove armi e molto altro nell’aggiornamento 1.0

Chiara Parisi22 novembre 2017

Le casse premio uguali al gioco d’azzardo? La commissione in Belgio dice di sì

Federico Peres22 novembre 2017

Assassin’s Creed: Origins, disponibile la seconda Prova degli Dei

Chiara Parisi21 novembre 2017

Brutal Legend gratuito su Humble Bundle

Federico Peres21 novembre 2017

Warhammer Vermintide II: pubblicata la descrizione del Chaos Marauder

Federico Peres21 novembre 2017

La Collector’s Edition di Monster Hunter World è disponibile su Amazon

Federico Peres21 novembre 2017