“Giù le mani dal mio Pokémon!” e si sfiora la rissa…

News
Stella Artuso
Classe 1994. Friulana d’origine, barese di nascita e scozzese d’adozione, (ma non lo dite al suo accento, lui è americano e non ammette ragioni!) Stella cresce con la sindrome di Lady Oscar. Si avvicina al mondo nerd in tenera età, complici l’avversione per il rosa e le sfide all’ultimo sangue con un padre che non ammette sconfitte a Max Payne. E a GTA. E a Need for Speed. E…insomma! Un padre che non ammette sconfitte. Ducatista sfegatata, ha una passione per ogni cosa che abbia ruote (biciclette escluse n.d.a) ed è affetta da bibliomania incurabile. È molto probabile che muoia seppellita dai suoi stessi libri o per una battuta al momento sbagliato e ad una persona sbagliata.

Classe 1994. Friulana d’origine, barese di nascita e scozzese d’adozione, (ma non lo dite al suo accento, lui è americano e non ammette ragioni!) Stella cresce con la sindrome di Lady Oscar. Si avvicina al mondo nerd in tenera età, complici l’avversione per il rosa e le sfide all’ultimo sangue con un padre che non ammette sconfitte a Max Payne. E a GTA. E a Need for Speed. E…insomma! Un padre che non ammette sconfitte. Ducatista sfegatata, ha una passione per ogni cosa che abbia ruote (biciclette escluse n.d.a) ed è affetta da bibliomania incurabile. È molto probabile che muoia seppellita dai suoi stessi libri o per una battuta al momento sbagliato e ad una persona sbagliata.

Sembra proprio che questa faccenda di Pokémon Go sia sfuggita di mano. Letteralmente. A dimostrarlo pare sia la rissa sfiorata qualche giorno fa in piazza Vittorio Veneto nel pieno centro di Torino.

Sabato scorso, verso le 21 un automobilista e un passante, entrambi alla ricerca delle piccole creaturine targate Nintendo, sono stati i protagonisti di un’accesa lite che ha stupito i presenti e decisamente movimentato la loro serata.

Sulle tracce dello stesso Pokémon, la cui presenza era stata segnalata ad entrambi dai loro Androids, i due contendenti sono giunti quasi alle mani. Nessuno dei due volendo lasciare l’onore della cattura all’altro. “L’ho visto prima io, è mio” avrebbe detto uno dei due a cui il suo oppositore avrebbe risposto “Non è vero! Ho fermato apposta la macchina! E’ mio“.

Gli animi si sono talmente scaldati da portare gli astanti a chiedersi se non fosse il caso di far intervenire le forze dell’ordine. Fortunatamente però sembra non essere stato necessario. L’averle nominate pare abbia fatto rinsavire i due opponenti. Chissà! La minaccia dell’arrivo di un vigile avrà calmato i bollenti spiriti almeno  di uno dei due. Pare che l’automobilista in questione fosse in divieto di sosta e pure con le frecce accese!

Resta solo da chiedersi… era almeno un Pokémon leggendario?

Altri articoli in News

Detective Pikachu: ecco il nuovo trailer

Carmen Graziano23 febbraio 2018

Warner Bros. crea la prima Escape Room a tema Tomb Raider

Carmen Graziano23 febbraio 2018

Hokuto Ga Gotoku riceve una demo sul Playstation Store giapponese

Antonio Salvatore Bosco22 febbraio 2018

Super Mario Odyssey si aggiorna introducendo la Caccia al Palloncino

Francesco Damiani22 febbraio 2018

Assassin’s Creed Origins: nel Discovery Tour è censurato il nudo artistico

Antonio Salvatore Bosco22 febbraio 2018

Pokémon su Switch: le immagini trapelate sugli starter sono false

Antonio Salvatore Bosco21 febbraio 2018