Final Fantasy XV, la nostra prova al Lucca Comics & Games 2016

Anteprime
Antonio Salvatore Bosco
Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Al Lucca Comics & Games 2016 c’era l’opportunità di provare con mano il tanto atteso titolo di Square Enix, Final Fantasy XV, in una bellissima location allestita appositamente per l’occasione: la Villa Bottini della città di Lucca.

Entrati all’interno della villa, in una stanza semi-buia, ci viene mostrato il magnifico e suggestivo trailer Omen proiettato in tutto il suo splendore. Veniamo fatti accomodare in un’altra stanza dove troviamo vari concept art del gioco: alcuni rappresentavano la maestosa automobile di Noctis, Regalia (sia in versione automobile che in versione macchina volante) ed altri mostravano diverse ambientazioni di gioco.

In una terza stanza era proiettato il concerto in cui sono state eseguite le musiche della colonna sonora del gioco tenutosi agli Abbey Road Studios con la London Philharmonic Orchestra e la partecipazione della compositrice Yoko Shimomura.

Nella penultima stanza vi erano vari monitor dotati di cuffie nei quali si poteva restare a guardare l’anime Final Fantasy Brotherhood e in un monitor più grande era trasmesso uno spezzone del film Final Fantasy Kinsgslaive. Ci teniamo a dirvi che vi consigliamo caldamente di guardare queste due “espansioni” del gioco in quanto approfondiscono i personaggi, le vicende e la situazione principale che troveremo nel titolo.

Dopo questo percorso arriviamo carichi di fronte alla console, mettiamo le cuffie, prendiamo in mano il joystick e ci immergiamo nel mondo di gioco: la versione provata girava su Playstation 4.

La nostra prova si svolge nelle prime fasi di gioco in cui abbiamo un principe Noctis che si trova insieme ai suoi amici senza macchina (la Regalia infatti si ferma mentre i quattro sono in viaggio) e senza soldi. Il gruppo prova a chiedere aiuto al meccanico Cindy che incarica loro un piccolo lavoretto: devono dare la caccia a tre gruppi di mostriciattoli che stanno infastidendo i cittadini.

La prima cosa che notiamo è la sensazione di libertà che si ha al primo impatto col titolo, in particolare per i fan della serie abituati a percorsi obbligati. Notiamo poi la fluidità delle animazioni e il dettaglio dei vari personaggi e in particolare delle loro espressioni. Decisamente apprezzabile il fatto che i compagni di Noctis facciano spesso discorsi e battute riguardanti le situazioni del momento, facendoci sentire un maggior coinvolgimento nella vicenda.

Incontriamo il primo gruppo di nemici non particolarmente difficili da abbattere servendocene come da tutorial permettendoci di testare efficacemente il sistema di combattimento. Avevamo a disposizione 3 tipologie diverse di spade: una per gli attacchi leggeri, una per gli quelli pesanti e una per gli attacchi a lungo raggio. Durante la battaglia i nostri compagni si rivelano veramente utili: abbiamo apprezzato infatti l’intelligenza artificiale della squadra che si è rivelata essere molto propositiva sia in attacco che nelle cure. L’impressione che però abbiamo avuto in alcuni frangenti del combattimento è la sensazione di caos quando sono presenti più nemici sullo schermo. Spesso infatti vedevamo Noctis lanciarsi a capofitto nella battaglia senza riuscire a capire esattamente quale bersaglio stesse attaccando. Probabilmente questo è anche dato dal fatto che stavamo prendendo ancora la mano con i comandi però ci siamo portati dietro questa sensazione anche andando avanti nella nostra prova.

final-fantasy-xv-text-gamesoul-12

Una cosa fondamentale da notare è che l’interfaccia risulta essere snella ed essenziale e le istruzioni a schermo sono facili da seguire. Il flusso delle azioni è abbastanza sostenuto e si ha la possibilità di eseguire attacchi combinati con uno dei compagni oppure premere velocemente il tasto per l’attacco per realizzare qualche combo. Per difenderci possiamo usare il tasto quadrato sia per parare che per schivare un pericoloso attacco. A volte questo uso dello stesso tasto per entrambi i metodi di difesa porta a parare quando si vuole schivare e viceversa ma non è risultato un problema particolarmente fastidioso durante la nostra prova. Il cambio delle armi avviene utilizzando i tasti direzionali in tempo reale. 

Eliminati i gruppi di nemici, facciamo riposare e recuperare energia per qualche minuto ai quattro amici. Troviamo dunque un posto dove accamparci e parte una simpatica animazione che vede Gladio montare la tenda e Prompto pensare a cosa cucinare per i compagni. Ricaricati, ci incamminiamo per andare a riscuotere la nostra ricompensa per il lavoro svolto. Nel nostro cammino notiamo che le ambientazioni risultano essere dettagliate ma un po’ spoglie.

Dopo un po’ ci troviamo a dover affrontare un nemico decisamente più grande e difficile da battere rispetto ai precedenti: infatti ci troviamo di fronte ad una specie di rinoceronte bicornuto. In questo combattimento più impegnativo ci ritorna estremamente utile il Warp Strike, la proiezione che ci permette di raggiungere posizioni sopraelevate o tattiche da cui poter pianificare un attacco dall’alto o recuperare più velocemente. Una tecnica che ci permette di sfruttare il paesaggio circostante ma consuma molti dei nostri MP e quando esauriscono risultiamo incapaci di agire. Altra cosa che ci è stata di grande aiuto, la possibilità di effettuare attacchi concatenati con i nostri compagni: questi danni consumano la barra di energia ma sono potenti e possono anche ribaltare le sorti della battaglia.

Proprio mentre il rinoceronte cade stremato e mutilato ai nostri piedi, termina il tempo della nostra prova e con la voglia di continuare a giocare abbandoniamo la nostra postazione.

final-fantasy-xv2-03c3e5758e2d5ce473318a59c4c0071ea

Dopo questa prova abbiamo ancora più voglia di testare il gioco in maniera approfondita perché risulta avere veramente del buon potenziale e se a un buon gameplay si combina la classica magia dei vari Final Fantasy e una storia che difficilmente si riesce a dimenticare, non vediamo perché questo titolo non possa rientrare tra i migliori della saga.

Vi ricordiamo dunque che l’appuntamento con Final Fantasy XV è previsto per il 29 Novembre e noi non vediamo l’ora di mettere le mani sul gioco completo!

Altri articoli in Anteprime

Project Octopath Traveler – Provato il nuovo JRPG di Square Enix

Riccardo Cantù15 settembre 2017

Provato il Firmware 5.00 di PlayStation 4

Alessandro Niro25 agosto 2017

Oxygen Not Included – Finalmente disponibile in Early Access

Alessandro Guida21 maggio 2017

Injustice 2, la Recensione – NO SPOILER

Alessio Meneghini19 maggio 2017

Prey – le nostre impressioni dopo la prima ora di gioco

Antonio Salvatore Bosco28 aprile 2017

LawBreakers – Gravity Defying Combat – Anteprima

Riccardo Cantù17 marzo 2017