Il festival della Storia delle storie: i caldi giorni dell’ARF! Festival

Eventi
Claudia Padalino
Dal 1988, appassionata di fumetto d'autore, non d'autore, graffiti e disegnini fatti mentre si telefona. Laureata in Editoria e comunicazione aziendale, collabora con alcuni festival pugliesi per la promozione e la diffusione del fumetto italiano. Il suo sogno: riuscire a portare come ospite in Italia Alan Moore.

Dal 1988, appassionata di fumetto d'autore, non d'autore, graffiti e disegnini fatti mentre si telefona. Laureata in Editoria e comunicazione aziendale, collabora con alcuni festival pugliesi per la promozione e la diffusione del fumetto italiano. Il suo sogno: riuscire a portare come ospite in Italia Alan Moore.

Parola chiave: contatto umano

Si sente il profumo degli anni ’70, dei fumetti d’epoca e attuali, delle chine e della gommapane. L’ARF! Festival è un tripudio di colori e odori indimenticabili, incrementati anche dalla sede ospitante del MACRO di Roma. Un luogo ricavato da un vecchio mattatoio, tra le vasche del quale troviamo gli stand di tutte le case editrici, dalla storica Bonelli alle più recenti.

ARF! Festival è un’esperienza veramente unica: uno spaccato del mondo dei fumetti vissuto lì, tra un caffè e uno sketch. Sì, perché è proprio questo il bello dell’ARF!: rispetto ad altri grandi festival, come il Lucca Comics & Games e il Napoli Comicon, il festival di “storie, segni e disegni” ti da lo spazio di poter dialogare in totale serenità con gli autori preferiti, offrire loro un caffè o una birra. Nonostante le lunghe file per ottenere lo sketch, all’interno dell’ARF! si può scorrere tranquillamente tra uno stand e l’altro, senza “tappi” o difficoltà nel camminare.

arf festival roma

Dal 26 al 28 maggio Roma ha respirato il profumo del fumetto, grazie a una serie di iniziative che hanno vista protagonista la città stessa. Grazie alla collaborazione con ATAC, sarà possibile tuttora acquistare la serie da 4 biglietti con i disegni di Milo Manara, maestro del fumetto erotico italiano, che sarà in mostra al MACRO fino al 9 luglio.

Proprio Milo Manara e altri grandi nomi hanno partecipato a questa terza edizione dell’ARF!. Smistati lungo i tre giorni dell’evento, è stato possibile poter assistere alle lectio magistralis dove Milo Manara, Tanino Liberatore e Paolo Eleutieri Serpieri hanno raccontato la loro storia e il loro lavoro mentre si esibivano in un live sketching. L’Arte ha preso piede durante il festival e si è regalata a tutto il pubblico venuto ad assistere: un’emozione unica poter vedere la Storia prendere forma davanti ai nostri occhi.

Più novità e spazi ancora più grandi

Dal passato che ancora vive al presente che si forma. Durante la seconda giornata si sono tenute le premiazioni per la promessa del fumetto (Premio Bartoli) e per la migliore realtà indipendente (Premio Press Up), di cui vi abbiamo parlato qui.

Un festival all’insegna del ricordo e delle emozioni: ogni aspetto e ogni evento è stato dedicato alla memoria di Daniele Magrelli, redattore e amico di tutti gli autori presenti al festival, scomparso pochi mesi fa.

Grande novità della terza edizione è stata l’ARFist Alley, organizzata dall’autore David Messina. In questa area, purtroppo un po’ stretta, è stato possibile interfacciarsi con grandi autori della scena italiana. Alcuni nomi sono: LRNZ, Theo, Carmine Di Giandomenico, Luca Bertelè e i gruppi Skeleton Monster e Kaju Club. Un tripudio di artbook e tavole uscivano sistematicamente dall’Alley, volti felici per essere riusciti, per qualche minuto in più a dialogare con il proprio disegnatore preferito.

Ancora più grande, ancora più estesa è stata la Self Area, curata da Rita Petruccioli e Francesca Protopapa. Nella zona che fu dedicata a Bruti l’anno scorso, quest’anno decine di realtà editoriali indipendenti hanno trovato uno spazio più largo e più areato dove presentare i propri prodotti. Nu Press, Mammaiuto, MalEdizioni, Hollow Press sono solo alcune delle realtà che hanno reso più emozionante e colorato l’ARF! Festival. Aria di festa e atmosfere cordiali si respiravano tra uno stand e l’altro.

“Ti farò un fumetto che non potrai rifiutare!”

Lo spazio antistante la biglietteria è stato dedicato alle fumetterie, realtà senza la quale sarebbe impossibile poter vivere di fumetti! Forbidden Planet e Antani Comics sono state le apripista per questa prima edizione in cui sono presenti anche le fumetterie.

L’Area Kids, dedicata ai bambini, era esattamente un’area su misura per loro: ampia e colorata, i laboratori dedicati ai piccoli sono stati pieni a ogni ora. Genitori e figli hanno avuto modo di godersi la fiera senza dover rinunciare a nessun aspetto.

Altra zona perennemente colma era la Jobs Arf!. Molti artisti emergenti hanno avuto spazio per poter presentare i propri portfolio alle numerose case editrici presenti. Zona sempre piena e file scorrevoli, con la speranza di poter vedere ognuno di loro pubblicati nei prossimi mesi.

Innumerevoli e soddisfacenti le Masterclass, di cui vi abbiamo parlato qui. Il gruppo di docenti ha coperto tutto il processo di formazione di un fumetto, dall’idea alla vendita, dal soggetto al genere. Dalla durata di tre ore ciascuna, le masterclass non hanno affatto deluso le centinaia di partecipanti, i quali hanno anche avuto occasione di confrontarsi con i docenti anche al di fuori della lezione.

Tanti plausi e pochi rimbrotti agli ARFers! (Daniele “Gud” Bonomo, Paolo “Ottokin” Campana, Stefano “S3Keno” Piccoli, Mauro Uzzeo e Fabrizio Verrocchi). Colpa del caldo improvviso, questa è stata l’edizione più “sudata”, sotto vari punti di vista. Una fiera di solo fumetto era ciò che in Italia mancava ormai da tempo; che siano stati gli ARFers! con i loro collaboratori a rispondere a questa necessità, riporta il mondo delle fiere al proprio compito iniziale. In attesa della quarta edizione, possiamo augurare un buon lavoro allo staff dell’ ARF! Festival e dare appuntamento al prossimo anno.

 

Immagine di copertina cortesemente tratta dalla pagina Facebook di ARF! Festival.

Altri articoli in Eventi

Lucca Comics & Games 2017 – Resoconto della fiera

Alessio Meneghini6 novembre 2017

Lucca Comics & Games : Il programma della giornata di oggi 1 Novembre

Redazione1 novembre 2017

Lucca Comics & Games – Ecco le modalità per accedere alle signing session di Robert Kirkman per saldaPress

Redazione17 ottobre 2017

Lucca Comics & Games, come ottenere gli Shikishi autografati – Regolamento aggiornato

Redazione17 ottobre 2017

Lucca Comics & Games: saldaPress si fa in tre

Redazione13 ottobre 2017

ROMICS – XXII EDIZIONE: uno sguardo all’interno della fiera

Annamaria Rizzo10 ottobre 2017