eSports: mondiali 2017 in Cina

News
Alessandro Niro
Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensionista di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensionista di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Il fenomeno degli eSports è in netta espansione, anche se in Italia ciò non è ancora abbastanza evidente. Contemporaneamente al mondo dei videogiochi, questo settore allarga i suoi orizzonti ogni anno: dall’inizio degli anni ’80 quando ci fu un vero e proprio boom di sale giochi, passando per l’espansione delle console domestiche, e poi per un fatidico momento in cui venne ideato “l’High Score” nei vecchi videogiochi cabinati, è cresciuta costantemente la voglia di competere tra i giocatori.

Se con l’high score si poteva “incidere” il proprio nome grazie al punteggio più alto nella lista dei migliori giocatori, oggi grazie ad Internet e soprattutto agli eventi reali si può diventare un professionista o addirittura una superstar: giocatori o squadre formate da essi, salgono a livello di veri e propri sportivi partecipando ad eventi, ottenendo premi e trovando sponsor, ma soprattutto intascando cifre non indifferenti. A proposito di squadre di giocatori, non troppo tempo fa vi avevamo parlato di un film dedicato agli eSport con probabile protagonista Will Ferrell.

Le manifestazioni di eSports attraggono un vasto pubblico, ma non pensate sia semplice diventare un campione di questo settore (con relativi introiti anche da 200.000$ in su all’anno!): oltre all’abilità ci vuole la “forza” di affrontare lunghissime sedute di gioco che possono arrivare a 24 ore, e una conoscenza viscerale di un singolo gioco, che permetta sempre di essere un passo avanti agli altri.

Sono stati già annunciati i mondiali di eSport per il 2017: si giocheranno in Cina, e sotto forma di un torneo a cui partecipano 24 squadre. Tali squadre arrivano da 13 leghe professionistiche LoL (League of Legends), e si affronteranno in più fasi. L’appuntamento è dal 23 settembre al 4 novembre, con il nuovo formato che prevede anche una fase di qualificazione precedente a quella a gironi. Ecco da dove proverranno le squadre: Brasile, Cina, Stati Indipendenti del Commonwealth, Europa, Giappone, Corea, America Latina del Nord, America Latina del Sud, Nord America, Oceania, Sud-Est Asia, Taiwan – Hong KongMacao e Turchia.

Considerando che oggi in Italia le scommesse virtuali su calcio, ippica ed altri sport sono molto amate dai giocatori, e che gli eSports per alcuni versi sono paragonati a queste discipline, non suona poi così strana l’idea di poter scommettere a breve anche su questi campionati. I migliori siti legali di scommesse online che trovi su BettingTop10 hanno tutti palinsesti ricchi di eventi su cui puntare, e chissà che a breve non si “aprano” alle nuove frontiere degli eSports.

Altri articoli in News

Far Cry 5: abbiamo il trailer gameplay, abbiamo la gioia!

Lorenzo Prattico23 agosto 2017

Mass Effect, Patrick Söderlund assicura ai fan che la serie non è morta!

Matteo Pugliese23 agosto 2017

Injustice 2: Hellboy, Raiden e Black Manta pronti alle botte

Lorenzo Prattico23 agosto 2017

Agony si fa in quattro: nuovi screenshots del capitolo

Lorenzo Prattico23 agosto 2017
Ace Combat 7

Ace Combat 7 – i motivi del multipiattaforma e del mancato arrivo su Switch

Alessandro d'Amito23 agosto 2017
Fear Effect Reinvented

Fear Effect Reinvented – trailer del remake dello shooter federe all’originale

Alessandro d'Amito23 agosto 2017