Dragonero 51 – L’inferno senza luce, la recensione – NO SPOILER

Fumetti
Gerardo Americo
Amante di fumetti, videogiochi, cinema e serie tv. Cresce con il Commodore 64 e la Playstation 1. I suoi preferiti sono Spider-Man, Batman e Tex.

Amante di fumetti, videogiochi, cinema e serie tv. Cresce con il Commodore 64 e la Playstation 1. I suoi preferiti sono Spider-Man, Batman e Tex.

Il nuovo albo di Dragonero, L’inferno senza luce, vede al soggetto e sceneggiatura Luca Enoch, ai disegni Salvatore Porcaro e la copertina di Giuseppe Matteoni. Un’avventura insolita questa per gli appassionati di Dragonero, ma vediamo di cosa si tratta.

LA STORIA

Dragonero viene inviato in incognito in un carcere scavato all’interno di una montagna, i cui detenuti sono abbandonati a loro stessi in un vero e proprio microcosmo di violenza e sopraffazione. Gli unici a poter liberamente entrare e uscire dalla montagna sono le Lame Nere, la temuta gilda di sicari responsabile dell’attentato alla vita della famiglia imperiale e a quella di Myrva, sorella di Ian avvenuta in una delle precedenti avventure di Dragonero.

Dopo i bellissimi albi estivi a colori, ecco una storia che vira decisamente rispetto all’ambientazione classica a cui sono abituati i lettori di Dragonero. Luca Enoch fin dalle prime pagine dell’albo riesce a rendere al meglio l’effetto disturbante della vicenda, una delle più crude probabilmente in cui abbiamo visto impegnato Ian Aranill.

Anche in questo albo non vediamo i soliti comprimari di Ian, ovvero Gmor e Sera, quasi a sottolineare come le avventure di Ian stiano prendendo una piega diversa dopo la nomina a colonnello, proprio in seguito all’attacco delle Lame Nere. Ma come se la cava Ian Aranill come spia?

IAN ARANILL, LA SPIA

Il Dragonero versione spia risulta altrettanto piacevole da leggere, un’intuizione degli autori che rinfresca un pò il canone narrativo a cui siamo abituati, quasi a volerci dire che Dragonero non è una serie che rifugge ai cambiamenti. Per quanto la versione scout di Ian sia quella a cui siamo affezionati, questa evoluzione del personaggio ci incuriosisce. Tutta la storia riesce a trasmetterci la “sofferenza” di Ian nel vedere cosa combinano le Lame Nere e non poter intervenire per non fallire la missione, anche se in alcuni casi metterà da parte questo essere spia, per tornare scout.

I DISEGNI

Ai disegni abbiamo Salvatore Porcaro, che riesce benissimo a trasmetterci la desolazione dei protagonisti di questa storia. Nello svolgimento delle scene nelle caverne l’uso delle chine e delle inchiostrazioni ben si contrappongono nella tavola, per non parlare delle scene del Sepolcro, con una cura dei dettagli davvero incredibile. Poco da dire sulla regia delle tavole, Dragonero ci ha abituato a splash-page e soluzioni narrative simili, abbastanza rivoluzionarie per gli albi della Bonelli, che in questa storia non avrebbero reso molto e si è quindi scelta una narrazione più classica.

Bella la copertina di Giuseppe Matteoni, che coglie appieno una delle scene più belle di tutto l’albo.

 

CONCLUSIONI

In conclusione questo albo di Dragonero è sicuramente una lettura interessante per i lettori della serie, ma che non consiglieremo come punto d’inizio per nuovi lettori, onde evitare di trovarsi spiazzati con quanto il personaggio ci ha mostrato nel corso della serie. Un’ottimo albo.

Dragonero 51 - L'inferno senza luce

3,50€
Dragonero 51 - L'inferno senza luce
76.666666666667

Storia

7/10

    Disegni

    8/10

      Colori

      8/10

        Pros

        • Una storia insolita per i lettori di Dragonero
        • Ottimi disegni
        • Maggior approfondimento del personaggio di Ian Aranill

        Cons

        • Si sente un pò la mancanza dei comprimari classici

        Altri articoli in Fumetti

        Wonder Woman

        [SPOILER] DC Comics: James Robinson parla del nuovo arco narrativo di Wonder Woman

        Adelin Anghel19 ottobre 2017

        Gangster, la Recensione – NO SPOILER

        Gerardo Americo19 ottobre 2017

        Negan è Qui, la Recensione – NO SPOILER

        Domenico De Martino19 ottobre 2017

        Panini Comics e gli aumenti: il punto della situazione

        Andrea Prosperi19 ottobre 2017

        Marvel annuncia la morte di uno degli Avengers nell’evento “No Surrender”

        Ignazio Chinnici18 ottobre 2017

        Falcon #1, la Recensione USA – NO SPOILER

        Domenico De Martino18 ottobre 2017