Detroit Become Human spinge sulla grafica

News
Maria Elena Sirio

Sono Maria Elena, una ragazza di diciannove anni, con la passione per il disegno, i videogiochi e il cui primo amore è stato Ash Ketchum. Questa mia passione si è evoluta, crescendo con me e modificandosi, [..]

Detroit: Become Human, nuovo titolo Quantic Dream presentato all’E3 2016, vuole far parlare di sé non solo per la trama.

David Cage, infatti, ha affermato di voler spingere molti degli sforzi del team sulla grafica, in modo da creare un forte impatto cinematografico. Egli avrebbe infatti affermato: “Volevamo spingere oltre i limiti con Detroit, avere un engine che ci offre più feature legate in particolare alla cinematografia. Volevamo lavorare con luci realistiche, soprattutto. Abbiamo quindi sviluppato un engine praticamente da zero.” oltre a questi dettagli, il team avrebbe anche lavorato a nuovi shader per pelle e capelli.

Bisogna considerare che, probabilmente, non molti videogiocatori si accorgeranno o saranno interessati a dettagli simili, e Cage ha affermato di esserne ben consapevole. Dietro a questi giochi fatti dal team sfruttando la tecnologia e le sue varie possibilità, infatti, ci sarebbe soltanto il desiderio di far apprezzare il risultato finale sullo schermo al giocatore.

Tirando le somme, il team sa che tutti questi dettagli magari non verranno notati, ma vuole utilizzarli per creare un risultato finale che sbalordisca.

Altri articoli in News

Hearthstone: in arrivo un Nerf per la carta del Ladro “Esplorare gli Abissi”

Antonio Salvatore Bosco29 giugno 2017

G2A: il marketplace si rinnova. Parola d’ordine, maggiore trasparenza

Antonio Salvatore Bosco29 giugno 2017

Monster Hunter World: Capcom spiega perché il titolo arriverà qualche mese dopo su PC

Antonio Salvatore Bosco29 giugno 2017

Rocket League: Psyonix chiedi costantemente a Sony il cross-play

Antonio Salvatore Bosco29 giugno 2017

Playstation Plus di Luglio: Confermati Until Dawn e Game of Thrones

Alessandro Niro29 giugno 2017

Speciale saldi Steam – Le migliori avventure grafiche

Gerardo Americo28 giugno 2017