Destiny 2 - The Tower

Destiny: Rise Of Iron – Deej spiega come diventare un “Signore del Ferro”

Destiny 2 - The Tower
Alessandro Niro
Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensionista di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensionista di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Durante l’evento Losangelino, i nostri colleghi di Arekkz Gaming sono riusciti a sedersi a tavolino con il community manager della Bungie, DeeJ per parlare del nuovo DLC prossimo all’uscita Destiny: Rise Of Iron.

Il primo passo per diventare un Signore del Ferro, è quello di salire in cima all’avamposto Felwinter Peak. A differenza della Torre e dell’Atollo, questa volta, i giocatori dovranno reclamare il loro nuovo spazio sociale. Per potervi accedere bisognerà prima difenderlo dall’attacco di massicce orde di nemici. Il giocatore dovrà quindi andare all’avamposto ad eliminare i nemici, riaccendere le torce e ripristinare l’onore delle tradizioni dei nobili signori del ferro. Questo, sarà quindi il punto di partenza del nuovo attesissimo DLC Bungie.

Una volta che l’avamposto sarà ripreso e ripulito dai Caduti, sarà per sempre nelle mani dei guardiani.

Diventare un signore del ferro, farà guadagnare al giocatore nuovi poteri, vantaggi, armi ed armature per difendersi in tutte le modalità fino ad ora conosciute ed altre possibili novità di cui abbiamo anche precedentemente discusso nella nostra area dedicata.

Durante la discussione, si è cercato di parlare anche del nuovo raid che verrà inserito, ma DeeJ, su questo punto, è stato molto riservato. L’unica risposta che ha potuto dare è stata “Il nuovo raid sarà l’attività più impegnativa di Rise of Iron“. A differenza di quanto visto fino ad ora, DeeJ afferma che fare il raid non sarà l’unico modo per poter raggiungere il nuovo level-cap che sarà apportato, dato che hanno notato in questi mesi che sono pochi i giocatori, rispetto al numero complessivo, che completano i vari raid settimanalmente.

Per quanto riguarda invece la non compatibilità del DLC con le console old-gen, secondo DeeJ, Destiny è un vasto mondo, molto ampio con una marea di contenuti da potervi inserire. Continuare a sviluppare DLC per old-gen era una restrizione. Restrizione che non è assolutamente permessa a questi livelli e che quindi, hanno obbligato il team a spostarsi su questo binario. Viene ribadito nuovamente il commento fatto da Osborne il quale, afferma, che ben il 90% dei giocatori di Destiny sono attualmente su PS4 e XboxOne.

Ulteriori informazioni sulla progressione del giocatore e come le due generazioni di console potranno divergere, saranno annunciati in seguito con l’avvicinarsi della data di rilascio della nuova espansione che ricordiamo sarà il 20 Settembre.

Altri articoli in Destiny 2 - The Tower

Destiny 2: “errore Cabbage”, ecco la nostra guida su come risolvere questo ed altri problemi!

Matteo Pugliese6 settembre 2017

Destiny 2 – Bungie ci presenta i Lost Sectors

Alessandro Guida5 settembre 2017

Destiny 2 Beta, la nostra prova

Alessandro Niro21 luglio 2017

Destiny 2: analisi, video e resoconto completo dell’evento reveal Bungie

Alessandro Niro19 maggio 2017

Presentazione gameplay Destiny 2: orario e link diretta streaming

Alessandro Niro18 maggio 2017

Destiny: Oggetti in vendita da Xûr del 23 – 25 settembre

Alessandro Niro23 settembre 2016