Deadpool Back in Black – La Recensione

Fumetti
Andrea Prosperi
Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.
@Www.twitter.com/Zero_Borja

Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.

Deadpool è sicuramente tra i personaggi più famosi dell’ultimo decennio. Il film, prodotto dalla 20th Century Fox, è stato solo la ciliegina sulla torta per il Mercenario Chiacchierone, diventato uno tra i volti più noti della Marvel odierna. Il suo spillato, dal titolo omonimo, attualmente ospita diverse serie in rotazione, a cadenza quincidinale, a causa del molto materiale presente sul personaggio: Deadpool, Spider-Man/Deadpool, Deadpool e i Mercenari per Soldi, e varie miniserie che si avvicendano, oltre alla presenza della sua controparte femminile, Gwenpool.

Le pagine di questo periodico però spesso non bastano, ed ecco che la soluzione è quella di pubblicare dei piccoli volumi che raccolgano le varie serie brevi che si avvicendano sul personaggio o sui suoi comprimari. Durante l’ultimo Comicon, infatti, Panini Comics ha annunciato diversi volumi che raccoglieranno sia alcune mini, sia le avventure in singolo di alcuni dei suoi mercenari.

In tutto ciò, in Italia è arrivato a tempo di record, dopo soli quattro mesi, il pregevole volume Deadpool Back in Black, ad un costo di 5,50€, per cinque capitoli. La recensione potrebbe finire qui, con un must buy visto il prezzo, ma se aveste dubbi ecco la nostra recensione!

AC/DC

Il titolo di questa miniserie fa il verso non solo alla celebre canzone degli AC/DC, ma anche e soprattutto a una celebre saga di qualche anno fa, in cui, dopo la Guerra Civile, Peter Parker riprese a indossare il costume nero con cui siamo stati abituati a conoscerlo tra il finire degli anni 80 e l’inizio degli anni 90. E proprio in quel periodo Bunn, sceneggiatore molto amato sul Mercenario Chiacchierone, ambienta questa storia, utilizzando Deadpool per ricucire alcuni degli eventi chiave della storia sia del tessiragnatele, sia dell’antieroe Venom. Il tutto immergendo il personaggio nello stile del periodo, sia con annunci a fondo pagina su molti numeri usciti in quegli anni, sia utilizzando personaggi famosi all’epoca, come appunto la squadra di super-ragazzini chiamata Power Pack.

La trama è piuttosto semplice: Peter Parker si è liberato del simbionte, ma la creatura riesce a unirsi con un altro eroe, Deadpool. Da lì, una sequenza di gag, scene splatter, e quant’altro, mentre un gruppo di alieni è a caccia dell’inedito duo. La forza della miniserie non è dunque nella trama, piuttosto lineare, quanto nella sceneggiatura, gestita in maniera impeccabile, utilizzando al meglio le potenzialità di un personaggio come il Mercenario Chiacchierone.

Umorismo e cultura pop vengono portati ai loro massimi livelli, con una rivisitazione che pone Back in Black come perfetto sequel di La segreta Guerra Segreta di Deadpool, altra miniserie dello stesso Bunn in cui Wade viene introdotto, tramite ret-con, nelle Secret Wars degli anni ’80.

Shoot to Thrill

Espin alle matite fa un buon lavoro, riuscendo a ricreare esteticamente molti stilemi di quel periodo, ovviamente riattuandoli. Back in Black non scimmiotta in maniera goffa gli anni 80, ma in un certo senso li rielabora, in maniera divertente e scanzonata. “Non prendersi troppo sul serio” resta la parola d’ordine per riuscire a realizzare una buona storia su Deadpool, e il team artistico riesce senza problemi.

Anche se questo volume ci sentiamo di consigliarlo non solo ai lettori del Mercenario, ma soprattutto ai fan dell’Uomo Ragno e di Venom, che troveranno in questo volume molte citazioni e molti chiarimenti su quanto successo e non detto in quel periodo delle vite dei due amati personaggi. A completare il tutto le varie cover che non sono altro che rivisitazioni in chiave umoristica di molte delle più celebri cover di Spider-Man.

La fattura del volume non è delle migliori, un semplice brossurato economico, ma per il costo, davvero contenuto, è un rapporto qualità/prezzo più che ottimo.

Sul finire di questa recensione, se tutto ciò non fosse bastato a convincervi, vi lasciamo con una piccola chicca: L’ultima caccia. Ai lettori più attenti la comprensione, leggendo Deadpool Back In Black.

7.6

Trama

7/10

Sceneggiatura

9/10

Disegni

8/10

Chine

8/10

Indipendenza

7/10

Pros

  • Ideale per gli amanti di Spider-Man e Venom
  • Immerso negli anni 80 fumettistici
  • Comicità

Cons

  • Poco adatto per i neofiti

Altri articoli in Fumetti

Il nuovo evento Marvel: Infinity Countdown

Giovanni Paladino15 dicembre 2017

PK: L’Orizzonte degli Eventi – A Cartoomics il via alla nuova avventura del Papero Mascherato

Andrea Prosperi15 dicembre 2017

Blast from the Past #3 – La Nascita della Image Comics: Parte I

Massimiliano Perrone14 dicembre 2017

Natale 2017 – 5 Comics da regalare!

Andrea Prosperi13 dicembre 2017

Capitan America Presenta: Il Soldato D’Inverno, la Recensione – NO SPOILER

Giovanni Paladino13 dicembre 2017

[SPOILER] Grande ritorno su Doctor Strange

Giovanni Paladino11 dicembre 2017