Cyberpunk 2077 – Richiesto riscatto a CD Projekt Red per informazioni rubate

News
Giuseppe Barbieri
Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

CD Projekt Red sta passando, probabilmente, uno dei momenti più brutti e inaspettati che la società potesse avere. Non sappiamo chi possa essere l’artefice ma sembra proprio che alcune informazioni, molto importanti, relative a Cyberpunk 2077 siano state rubate nel giro delle ultime ore.

Come se ciò non bastasse, ad aggravare la situazione, è stato chiesto un riscatto in denaro agli sviluppatori della società, altrimenti le informazioni verranno rivelate apertamente al pubblico.
Tramite tweet, la software house, che ha pubblicamente dichiarato il momento difficile, afferma però di non essere chissà quanto preoccupata e di non avere la minima intenzione di cedere al ricatto.

Le informazioni trafugate, secondo il team, non sarebbero altro che quelle delle prime fasi di sviluppo del gioco, di quando il progetto non era altro che allo stato embrionale, il che non rappresenterebbe la build finale. CD Projekt ha dichiarato che si metterà immediatamente in contatto con le autorità legali per cercare di trovare una soluzione per questa spiacevole situazione.

Per il momento non ci resta che attendere novità riguardo a questo increscioso caso. Tra l’altro, Cyberpunk sarebbe anche uno dei titoli più voluti all’E3, speriamo che questa situazione non comprometta del tutto la sua presenza all’evento.

Altri articoli in News

Pokémon su Switch: le immagini trapelate sugli starter sono false

Antonio Salvatore Bosco21 febbraio 2018

[RUMOR] Pokémon su Switch: ecco i possibili Starter di ottava generazione

Antonio Salvatore Bosco21 febbraio 2018

Dragon Ball FighterZ: ecco le prime immagini ufficiali per Broly e Bardak

Francesco Damiani21 febbraio 2018

Bornout Paradise è pronto a tornare su console next gen

Francesco Damiani21 febbraio 2018

Death Stranding: Kojima sta pianificando qualcosa per l’E3 2018

Francesco Damiani21 febbraio 2018

Diablo III arriverà su Nintendo Switch nei primi mesi del 2019?

Francesco Damiani20 febbraio 2018