Il CEO della Warner ammette: i film DC possono migliorare

Cinema
Angelo Tartarella
Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

I difetti di un film sono evidenti, non è importante che tu sia un fan dei personaggi protagonisti, di uno o degli attori coinvolti, del regista o della casa produttrice; i difetti sono lì e non si possono ignorare, al massimo colpiscono qualcuno più di qualcun altro, magari ognuno da un valore diverso a quegli errori, considerandoli nel contesto della pellicola, ma niente toglie che ci sono e il film non è perfetto. Questo è il discorso che si può fare proprio parlando dei film DC Comics.

Non è importante che si sia fan dell’universo fumettistico della DC, che si sia fan di Henry Cavill, Ben Affleck o Gal Gadot, che si sia seguaci di Zack Snyder o meno, non è nemmeno importante se si sono visti i film del DC Extended Universe come semplice cinefilo o come spettatore che ha scelto solo uno dei tanti film nelle sale, i film usciti in questi anni, facenti parte appunto del DCEU, hanno dei difetti, così come dimostrano le recensioni a volte stroncanti o i voti dati da siti online come Rotten Tomatoes.

E’ però vero che viviamo in un periodo molto particolare, dove non si accetta una critica, neanche se perfettamente oggettiva, non tanto per via di Internet, per intenderci, ma per via di come si tenda a contestualizzare le critiche in malo modo. Parlando di quelle ai film DC, nello specifico, i fan della casa fumettistica tendono a difendere a spada tratta le pellicole prodotte, quasi che ogni critica incassata, andasse a vantaggio della concorrenza Marvel-liana.

Fortunatamente, almeno in alcuni casi, non sono i fan a governare il mercato, difatti se una parte del pubblico non accetta critiche, dall’altra la Time Warner, società distributrice dei film della Dc, è praticamente tenuta a tenere conto di tutte le opinioni sollevate dalle loro pellicole.

E’ proprio per questo che Jeff Bewkes, amministratore delegato della Warner Brothers, ha dichiarato ad una conferenza stampa a New York che, per i film DC, “c’era spazio per un piccolo miglioramento“, così come riporta la rivista Variety.

Jeff Bewkes - CEO della Warner Brothers.

Jeff Bewkes – CEO della Warner Brothers.

I personaggi DC – ha specificato il CEO – hanno un po’ più di leggerezza in loro di quanto forse ne avete vista in questi film, e lo stiamo prendendo in considerazione“.

Bewkes ci ha anche tenuto a chiarire che non tutto era perduto e che i film DC avevano fatto anche qualcosa di giusto. Nello specifico si è riferito alla scelta di fare di Ben Affleck, Batman come di “un grande successo”, aggiungendo che le serie tv basate sulle proprietà intellettuali della DC stanno procedendo bene.

Inoltre l’amministratore delegato ha ricordato ai giornalisti riuniti quali obiettivi economici le varie pellicole del DCEU hanno raggiunto. Prima Batman V. Superman con 873, 3 milioni di dollari a livello mondiale, e poi Suicide Squad con 720,1 milioni. Queste entrate, ha sottolineato Bewkes, sono fondamentali per permettere alla casa produttrice di poter continuare a produrre nuovi film, ridefinendo l’approccio creativo.

Detto questo ha concluso dicendo di sperare che i nuovi film DC siano “sulla giusta riga o meglio“.

Gal Gadot in un'immagine promozionale del film "Wonder Woman".

Gal Gadot in un’immagine promozionale del film “Wonder Woman”.

Il prossimo film DC a sbarcare nelle sale americane sarà Wonder Woman il 2 Giugno 2017.

Altri articoli in Cinema

Oscar 2018: la lista dei candidati al miglior film straniero!

Annamaria Rizzo15 dicembre 2017

Star Wars: Gli Ultimi Jedi, sono stati tagliati i cameo dei principi William e Harry

Annamaria Rizzo15 dicembre 2017

I Marvel Knights potrebbero essere l’etichetta vietata ai minori della Disney.

Giovanni Paladino15 dicembre 2017

Star Wars: The Last Jedi potrebbe toccare la quota di 45 milioni al botteghino da giovedì notte

Davide Montalto15 dicembre 2017

Marvel/Fox: Bob Iger, Deadpool e il Rated R

Andrea Prosperi15 dicembre 2017

Disney: Chiarimenti sul 2018 dei Cinecomics FOX

Andrea Prosperi15 dicembre 2017