Cartoomics 2017, la fiera e l’organizzazione in generale

Eventi
Davide Montalto
Davide nasce a Trapani nel luglio del 1995, all’età di 5 anni si trasferisce a Brescia dove vive tutt’ora. Fin da piccolo è appassionato di videogames e serie TV/film, la prima console è stato lo storico nintendo DS Lite, che conserva ancora gelosamente. Dai 15 anni si avvicina al mondo delle serie TV, usando il tempo libero disponibile per l’infinito recupero delle puntate. Da qualche anno si è avvicinato al mondo della MARVEL [..]

Davide nasce a Trapani nel luglio del 1995, all’età di 5 anni si trasferisce a Brescia dove vive tutt’ora. Fin da piccolo è appassionato di videogames e serie TV/film, la prima console è stato lo storico nintendo DS Lite, che conserva ancora gelosamente. Dai 15 anni si avvicina al mondo delle serie TV, usando il tempo libero disponibile per l’infinito recupero delle puntate. Da qualche anno si è avvicinato al mondo della MARVEL [..]

Dal 3 al 5 marzo si è svolto a Rho Fiera Milano il Cartoomics, una delle fiere più attese nel panorama fumettistico Milanese. Noi di Nerdplanet non potevamo certo mancare a questo appuntamento per tutti gli amanti del fumetto e non.

La fiera era, come sempre, divisa in due mega padiglioni. L’area sulla destra era maggiormente composta da case fumettistiche, piccole e grandi, più conosciute e meno conosciute, stand di giochi da tavolo e molti mercatini indipendenti del fumetto. Sempre in quest’area, vi era l’area fantascienza, dove erano presenti per la maggior parte stand di Star Wars (soprattutto molti venditori di spade laser da combattimento), Star Trek e Doctor Who.

L’area sulla sinistra invece era maggiormente composta da stand che vendevano gadget di ogni forma e dimensione, dai Gundam alle action figure, alle spade, cappelli, vestiti e chi più ne ha più ne metta. Vi era poi un’area riservata ai videogames in uscita, agli Youtuber, un grande spazio riservato al tema survival, con la presenza degli Umbrella Corp ed altri giochi a tema. A lato di questo padiglione vi erano poi, delle grandi aree ristoro, per chi voleva mangiare un boccone o semplicemente riposarsi qualche minuto.

ORGANIZZAZIONE

Per quanto riguarda l’organizzazione della fiera ci siamo detti molto sorpresi, soprattutto per vari aspetti che possono sembrare di poco conto ma, che per un visitatore, fanno la differenza. Innanzitutto la coda per entrare: la coda all’ingresso era stata ingegnosamente suddivisa tra chi possedeva già il biglietto, acquistato online e chi invece lo acquistava in loco. Rendendo l’ingresso, nonostante la moltitudine di persone partecipanti, molto liscio e scorrevole.

Per quanto riguarda gli stand in generale, erano posizionati in modo adeguato, evitando il crearsi di “tappi” di persone tra uno stand e l’altro. Anche i firma-copie delle diverse case erano organizzate in modo abbastanza pensato, per evitare il formarsi di code che ostruissero il passaggio; ogni autore infatti aveva la propria postazione e le file erano piuttosto scorrevoli.

ABBONDANZA DI SCELTA

Un altro fattore sicuramente positivo era la vastità di scelta che si aveva. Cercavi un fumetto in particolare, magari abbastanza vecchio? Nessun problema, c’erano tantissimi stand di mercatini del fumetto usato. Magari invece potevi avere fortuna e trovare ciò che cercavi nelle cosiddette “ceste” del “tutto a un euro”; si perché molti stand mettevano degli appositi spazi dove riponevano svariati numeri di fumetti a soli 1 euro, o magari anche al 50% e, se si aveva fortuna, si potevano fare ottimi affari.

Cercavi un particolare tipo di Gundam, o la spada del tuo personaggio preferito? Nessun problema nemmeno in questo caso, vi era una grandissima selezione di gadget di ogni tipo, forma e dimensione, anche i più strani e sconosciuti. Vari stand infatti erano adibiti solo ed esclusivamente alla vendita di gadget e oggettistica, chi più specializzato in anime, chi in robot giapponesi, chi in armi,…

In sostanza, se andavi al Cartoomics cercando qualcosa in particolare, con un pò di pazienza e la giusta valutazione, lo trovavi, senza particolari problemi.

Veniamo però a un aspetto negativo, all’altra faccia della medaglia, se così si può dire: i prezzi. Attenzione, ovviamente non è colpa dell’organizzazione fieristica e non intendiamo i prezzi di tutti i padiglioni, perché con un pochino di attenzione e un pò di buon senso si riusciva a trovare quello che si cercava ad un prezzo piuttosto ragionevole e vantaggioso. Quello che però ci ha fatto storcere il naso, sono stati alcuni venditori che, approfittando del fatto che fosse una fiera, aumentavano senza freno i prezzi e ci siamo ritrovati a vedere alcuni numeri, venduti a più del doppio del prezzo di copertina, ovviamente con il vero prezzo rigorosamente coperto da quello gonfiato (non parliamo di prime stampe, né edizioni limitate o variant, ma volumi reperibili ovunque, ad un costo da vergogna).

FIERA CHE VAI, COSPLAYER CHE TROVI

Come ogni fiera che si rispetti, anche il Cartoomics gode di un’ottima reputazione in fatto di cosplay ed eventi legati a questo magico mondo. In particolare in questa edizione 2017, abbiamo potuto constatare una maggiore presenza di Cosplayer in giro per la fiera, la maggior parte dei quali davvero ben fatti, altri da lasciare a bocca aperta. Una parte del padiglione di destra, aveva uno spazio dedicato per l’appunto al cosplay in generale.

Noi di Nerdplanet siamo riusciti a scattare qualche foto a chi si riusciva, di alcuni cosplayer in particolare, quelli meglio riusciti, quelli più simpatici e anche quelli più carini. Ci siamo inoltre stupiti della grande presenza di bambini, accompagnati dai genitori, già lanciati nel mondo del cosplay. Vi si potevano trovare delle piccole principesse Leia, piccoli Darth Vader, Spiderman, Angeli Piangenti, Captain America, Iron man e chi più ne ha più ne metta.

CONCLUSIONI

Cartoomics si preclude di essere una tra le miglior fiere del fumetto sul territorio Milanese e non solo. E, dobbiamo dire, che riesce pienamente nel suo intento. Una fiera piena di novità, stand, autori unici e, molto spesso, di rilievo oltre ovviamente, ad un’ottima organizzazione degli spazi. Deve rappresentare, per ogni Nerd, un punto di ritrovo annuale sicuro, che non deluda le aspettative.

Altri articoli in Eventi

Lucca Comics & Games 2017 – Resoconto della fiera

Alessio Meneghini6 novembre 2017

Lucca Comics & Games : Il programma della giornata di oggi 1 Novembre

Redazione1 novembre 2017

Lucca Comics & Games – Ecco le modalità per accedere alle signing session di Robert Kirkman per saldaPress

Redazione17 ottobre 2017

Lucca Comics & Games, come ottenere gli Shikishi autografati – Regolamento aggiornato

Redazione17 ottobre 2017

Lucca Comics & Games: saldaPress si fa in tre

Redazione13 ottobre 2017

ROMICS – XXII EDIZIONE: uno sguardo all’interno della fiera

Annamaria Rizzo10 ottobre 2017