Cambio di sesso in Doctor Who? Se ne parla dagli anni ’80

Con Jodie Whittaker come prossimo Dottore alcuni fan si sono chiesti come sia possibile che un Time Lord diventi una Time Lady. Dei riferimenti fatti nella serie su questa abilità dei Gallifreyani di cambiare sesso ne parleremo tra poco, adesso vediamo come è nata la storia di un Dottore donna dietro le quinte di Doctor Who.

Nel 1980, quando Tom Baker annunciò di lasciare il ruolo del Quarto Dottore, dichiarò ai giornalisti riuniti: Auguro al mio successore, chiunque sarà, lui o lei, la migliore fortuna. Anche se Baker scherzò su questo fatto l’allora produttore John Nathan-Turner  sottolineò questa frase per fomentare l’interesse della stampa.

Tuttavia, con un tono più serio, Sydney Newman (responsabile di aver portato Doctor Who sugli schermi nel 1963) raccomandò un Dottore donna al presidente della BBC, Michael Grade, nel 1986. Newman scrisse: Più avanti, Doctor Who dovrebbe rigenerarsi in una donna. Il produttore canadese affermò inoltre di voler evitare una specie di Wonder Woman Hollywoodiana, perché questo tipo di eroina senza difetti sarebbe noiosa. Così, oltre trent’anni fa, anche il co-creatore di Doctor Who desiderava un cambiamento di genere per il ruolo principale.

Negli ultimi anni l’idea di un Dottore femminile ha raccolto consensi da personaggi come Billie Piper (che interpreta Rose nella serie) John Barrowman (Capitano Jack) e perfino da Helen Mirren che aveva più volte espresso il desiderio di una “Dottoressa” all’interno della serie. E ora, Jodie Whittaker è la prima donna a interpretare la parte.
Nello show stesso, è stato sottolineato più volte, che un Signore del Tempo può cambiare sesso.

In La fine del Tempo pochi istanti dopo la rigenerazione del Decimo Dottore nell’Undicesimo il Dottore si chiede se sia diventato una donna, confermando così questa possibilità.

In La moglie del Dottore, nella sesta stagione, facciamo la conoscenza di The Corsair un Signore del Tempo che il Dottore aveva conosciuto molti anni prima: Vedete quel serpente? E’ il simbolo del Corsaro. Si tatuava quel serpente in ogni rigenerazione, non si sentiva se stesso senza quel tatuaggio, o se stessa un paio di volte. Era proprio una cattivona.

In The night of the Doctor, un episodio speciale creato per il cinquantesimo anniversario della serie, vediamo il ritorno della Sorrellanza di Karn. Qui Ohila ha dato all’Ottavo Dottore una scelta (prima di rigenerarsi nel War Doctor): La scienza dei Signori del Tempo viene elevata qui su Karn, il cambiamento non deve essere casuale. Grasso o magro, giovane o vecchio, uomo o donna? 

Nel 2014, ci è stato presentato il misterioso personaggio di Missy, interpretato da Michelle Gomez. Naturalmente, nel finale di serie, Dark Water / Death In Heaven, è stata rivelata come una nuova rigenerazione del Maestro.

In Hell Bent, puntata finale della stagione nove, abbiamo assistito alla rigenerazione di The General -visto precedentemente in The Day of the Doctor – e l’attore Ken Bones è stato sostituito dall’attrice T’Nia Miller.

Infine, in World enough and time e The Doctor falls,  le ultime puntate della Decima stagione appena conclusa, ci sono molti riferimenti al cambio di sesso dei Signori del Tempo. Quando il Dottore e Bill stanno cenando su un tetto egli confida a Bill di essere stato innamorato del Maestro molto tempo fa e aggiunge: Penso fosse un uomo allora, probabilmente lo ero anche io, è passato tanto tempo. Mentre quando Bill chiede se ci sono problemi riguardo ai generi nei Signori del Tempo il Dottore risponde: Siamo la civiltà più civilizzata dell’universo, siamo avanti anni luce rispetto alla vostra inutile ossessione umana sui generi e gli stereotipi che ne derivano. E chi può dimenticare, quando il Maestro chiede: “Il futuro sarà tutto al femminile?” e la meravigliosa risposta del Dottore è stata: “Possiamo solo sperarlo” . Come se lui già sapesse cosa gli riserverà il futuro.

 

 

 

Altri articoli in Serie TV

SAG Awards 2018: svelate le nomination per cinema e tv!

Federica Vacca14 dicembre 2017

The Punisher rinnovata per una seconda stagione!

Andrea Prosperi13 dicembre 2017

The Orville, la prima stagione, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella12 dicembre 2017

Marvel’s Runaways: Episodi 4/6, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella12 dicembre 2017

The Walking Dead 8: Mid-season finale – La Recensione

Rossella Mormile12 dicembre 2017

Agents of Shield 05×03: A Life Spent, la Recensione – NO SPOILER

Angelo Tartarella11 dicembre 2017