Caffè Zombo, le tavole in anteprima del nuovo volume di Loisel

Anteprime
Claudia Padalino

Dal 1988, appassionata di fumetto d'autore, non d'autore, graffiti e disegnini fatti mentre si telefona. Laureata in Editoria e comunicazione aziendale, collabora con alcuni festival pugliesi per la promozione e la diffusione del fumetto italiano. Il suo sogno: riuscire a portare come ospite in Italia Alan Moore.

Recentemente sono stati pubblicati da Giunti Editore i primi due volumi di Topolino pubblicati in Francia dall’editore Glènat. La collana prevede una serie di volumi volti dove alcuni artisti francesi reinterpretano il mondo di Topolino & co. In seguito la Disney americana ha talmente apprezzato il lavoro effettuato da Glènat che hanno fatto richiesta di aumentare la produzione annuale. Adesso il piano editoriale prevede circa dieci volumi l’anno: per ora si sa solo che sono previsti due albi nel 2017 e quattro nel 2018, ma ancora non si sa quali autori li firmeranno.

L’ultimo volume uscito si intitola Cafè “Zombo”, scritto e disegnato da Regìs Loisel, ed è il quarto volume della prima stagione made in France. I volumi precedenti portano le firme di Cosey (Paul Aroïd, Jonathan), Tébo (Samson et néon, Captain Biceps), Lewis Trondheim e Nicolas Kéramidas (Donjon Monsters).

Cafè Zombo è ambientato nel 1930, durante il periodo della Grande Depressione americana. Topolino e Orazio fanno la fila davanti all’ufficio di collocamento, ma non trovano ancora nessun lavoro. Per distrarsi, si incontrano con Paperino, che li invita a fare un campeggio insieme a Minnie e Clarabella. Ma al loro ritorno li aspetta una brutta sorpresa: Rock Fuller, un banchiere senza scrupoli, ha comprato tutti i terreni del quartiere dove si trovano le loro case per poterle radere al uolo e creare un campo da golf. Non è tutto: gli operai che lavorano al progetto si comportano in modo molto strano. Diventano dipendenti da una strana sostanza, chiamata Caffè Zombo, che li rende simili a degli zombi.

Il volume si ispira completamente allo stile del maestro Floyd Gottfredson, sia per quanto riguarda il tratto che per quanto riguarda l’edizione orizzontale.

Qui sotto alcune tavole in anteprima del volume:

Altri articoli in Anteprime

Incontra la resistenza su Secret Empire #1: ANTEPRIMA

Matteo Gatta9 aprile 2017

Prometheus: Fire and Stone, la Recensione – NO SPOILER

Angelo Tartarella23 marzo 2017

Thief of Thieves, il vero Re dei Ladri – La Recensione

Andrea Prosperi16 marzo 2017

La Madonna del Pellini di Rivière & Federici – La Recensione

Imma Marzovilli14 marzo 2017
dampyr 204 bloodywood

Anteprima Dampyr 204: in arrivo Bloodywood, dal 3 marzo in edicola

Claudia Padalino24 febbraio 2017

It Comics: tutte le novità annunciate per il Cartoomics 2017

Angelo Tartarella21 febbraio 2017