Bradley Cooper potrebbe essere Vince McMahon nel biopic dedicato al personaggio

Cinema
Giorgio Paolo Campi
Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta"; se non sta guardando un film o leggendo un fumetto chiamate aiuto, perché sicuramente la situazione è grave. E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta"; se non sta guardando un film o leggendo un fumetto chiamate aiuto, perché sicuramente la situazione è grave. E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Un nuovo, importante nome è emerso in riferimento al progetto di biopic dedicato a Vince McMahon, ex wrestler, produttore cinematografico, chairman e CEO della federazione WWE, nonché figura molto dibattuta nell’ambito dello show business e dell’intrattenimento.

Il film, intitolato Pandemonium, è prodotto congiuntamente da TriStar e WWE Studios (al seguito di Michael Luisi) e Adam Goldworn di Aperture Entertainment, e vedrà in veste di produttore esecutivo Charlie Gogolak di Zaftig Films (Whiskey Tango Foxtrot, This Is Us).

Secondo quanto riportato da PWInsider.com, il ruolo del protagonista, appunto Vince McMahon, è stato offerto ad una delle star di Hollywood più in vista del momento, il candidato al premio oscar Bradley Cooper (Una notte da leoni, A-Team, Limitless, Il lato positivo, American Hustle, American Sniper).

Lo scopo del tentativo di ingaggio sarebbe la volontà da parte degli studios di far progredire rapidamente il progetto, imprimendogli una svolta significativa:

“L’attuale strategia è quella di tentare di associare un nome molto importante al progetto per farlo progredire rapidamente. Alcune settimane fa era stata fatta un’offerta ai rappresentanti del candidato al premio Oscar Bradley Cooper con l’idea di fargli vestire i panni di McMahon, secondo una fonte vicina e familiare al progetto. Rimane da vedere se Cooper si mostrerà ricettivo nei confronti dell’idea.”

Nel caso di un accordo, non si tratterebbe del primo contatto tra Cooper e il mondo del wrestling: nel giugno 2007, infatti, era comparso brevemente in un episodio di Monday Night Raw per promuovere il suo ultimo film dell’epoca, A-Team.

I registi designati per il progetto sono Glenn Ficarra e John Requa (Babbo bastardo, Crazy,Stupid,Love), coppia che ha lavorato e lavora, come produttori esecutivi, a This Is Us, family drama trasmesso da NBC.

La bozza della sceneggiatura, a cui si era dedicato Craig A. Williams (Underdog) già nel 2015, ha subito varie revisioni e modifiche nel corso del tempo, probabilmente anche a causa di alcuni dettagli scomodi e riferimenti espliciti a vari personaggi del mondo dello spettacolo che la famiglia McMahon ha preferito non rendere pubblici.

Ciononostante, a quanto pare, il copione dovrebbe rimanere ricco di scene caratterizzate da un linguaggio scurrile, situazioni ambigue e tematiche relative all’ambito sessuale o al consumo di droga e steroidi.

Nelle varie versioni dello script compaiono volti molto noti del panorama del wrestling degli scorsi decenni, da Roddy Piper a Randy Savage, da André the Giant a Hulk Hogan e Stone Cold Steve Austin.

Il progetto però, nonostante la scelta dei registi, non sembra conformarsi al tono leggero e spensierato che spesso caratterizza le loro opere: la trama infatti dovrebbe partire dal pieno dei movimentati anni ’70, periodo in cui Vince e la moglie Linda Edwards (che al tempo lavorava come cameriera in uno strip club) sono vessati da varie difficoltà lavorative.

Una parte della trama, inoltre, dovrebbe essere dedicata al tormentato rapporto di Vince con il padre, Vincent McMahon Sr., anch’egli promoter nel mondo del wrestling professionale, e alla vicenda processuale che nel 1994 ha visto Vince coinvolto in un caso di somministrazione di steroidi ai combattenti.

Quali sono le vostre impressioni sul progetto? Come vedete Bradley Cooper nel ruolo di Vince McMahon? Fatecelo sapere nei commenti!

Altri articoli in Cinema

Razzie Award: tutte le nomination del peggio di Hollywood del 2017

Federica Vacca23 gennaio 2018

Agents of Shield 05×08: The Last Day, la Recensione – NO SPOILER

Angelo Tartarella23 gennaio 2018

Accademy Awards 2018 – Tutte le Nomination agli Oscar

Imma Marzovilli23 gennaio 2018

Netflix e Disney continuano la battaglia per la supremazia nello streaming

Annamaria Rizzo23 gennaio 2018

Duke Nukem: John Cena in lizza per interpretare l’icona dei videogame

Francesco Damiani23 gennaio 2018

Marvel: I Russo vogliono che Thanos diventi il Darth Vader di questa generazione

Dario Penza23 gennaio 2018