AVENGERS 1 – Il nuovo inizio del quindicinale degli eroi più potenti della Terra

Fumetti
Andrea Prosperi
Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.
@Www.twitter.com/Zero_Borja

Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.

In Italia siamo finalmente entrati nella fase del Marvel NOW!, parziale rilancio delle varie testate che ha coinvolto, in diversi blocchi, tutto il parco titoli Marvel Comics. Una serie di nuovi numeri 1 dunque, affiancati dalle tante serie che hanno regolarmente proseguito la propria corsa. Tra questi il più importante è sicuramente Avengers, che perde ogni altra denominazione, come Nuovi e Nuovissimi, per recuperare lo spirito originale del gruppo.

Così, seguendo la serie statunitense, anche il quindicinale italiano decide di ripartire dal numero 1, e lo fa con delle serie davvero di qualità.

Generazioni

In primis la testata ammiraglia nasce dalle ceneri dei Nuovissimi Avengers, un gruppo che probabilmente non ha funzionato al massimo a causa della formazione fin troppo eterogenea, con al suo interno eroi pronti in ogni istante alla lotta generazionale. Waid fa tesori dei suoi errori, e in questo Marvel NOW! si divide, generando con i giovani la squadra dei Champions, di cui abbiamo già parlato in questo nostro articolo, e con gli adulti il nuovo team di Avengers. Due vie che l’autore porta avanti in parallelo, e in maniera totalmente originale e indipendente. Chi legge già entrambe le testate si è sicuramente reso conto di quanto sia incredibile che lo stesso sceneggiatore riesca a realizzare due serie così differenti tra loro. Un applauso dunque a Mark Waid e all’alta qualità che sta continuando a portare avanti da anni.

Ad accompagnarlo troviamo Mike Del Mundo, tra i migliori fumettisti degli ultimi anni, amato non solo per le sue cover ma anche per le sue tavole a dir poco visionarie. Del Mundo fa fumetto, non c’è dubbio, abbandona l’iperrealismo per mostrarci una rappresentazione degli eroi che è sì sperimentale, ma al tempo stesso cartoonesca e adeguata.

Figli del tempo

Al neonato team principale, composto dalla Potente Thor, Capitan America Sam Wilson, l’Uomo Ragno, Ercole, la nuova Wasp e Visione, in questo primo numero possiamo ammirare due ulteriori testate.

La prima è una miniserie in cinque capitoli, associata agli Avengers di Waid, scritta dallo stesso e disegnata da Barry Kitson, e mostrerà nei vari capitoli la genesi della seconda formazione dei Vendicatori, la storica con Capitan America, Occhio di Falco, Scarlet e Quicksilver. Una avventura molto classica e divertente, di certo fuori dal tempo, ma chissà che Waid non abbia qualche idea in serbo per noi lettori.

L’altra è la serie regolare Occupy Avengers, in cui il protagonista, Occhio di Falco, è alle prese con il suo retaggio, il suo lascito. Il Vendicatore non vuole essere ricordato solo come colui che ha ucciso Bruce Banner, ma è alla ricerca della sua eredità verso il mondo, desiderando combattere i problemi reali. Non troppo differente nelle idee da Champions, la serie si rivela intrigante e ben scritta, potendo dare nuova linfa al personaggio.

Un mondo di Vendicatori

Nei prossimi numeri arriveranno altre serie, con una qualità generale dell’albo davvero buona. Ritroveremo nuovamente Ewing, che già ha accompagnato i primi dodici mesi della testata con due sue serie, New Avengers e Ultimates, che proseguiranno, con dei nuovi nomi, nel quindicinale. L’autore sembra avere davvero molto da dire, e non accenna, per nostra fortuna, a rinunciare a farlo.

Squadrone Supremo prosegue invece la sua corsa, dividendosi i favori del pubblico.

Al loro fianco, troveremo due nuove serie. Ai nastri di partenza vi è infatti la nuova gestione di Capitan Marvel, in cui ci verrà mostrata la nuova vita dell’eroina dopo la sua “vittoria” in Civil War II. La seconda guerra civile dei superumani ha infatti lasciato diversi strascichi, e vedremo come Carol Danvers deciderà di affrontarli.

Ad aggiungere freschezza invece la nuova serie dedicata a Wasp, in cui vedremo muoversi, in singolo, Nadya Pym, la figlia di Hank che abbiamo imparato a conoscere negli scorsi mesi. C’è molto da aspettarsi da questo personaggio, e sicuramente molto da leggere.

Una pubblicazione che appare ai nostri occhi decisamente equilibrata, con un forte aggiustamento del tiro rispetto alla fase All New All Different, e che promette di portare davvero la qualità in questo quindicinale così importante.

 

 

Altri articoli in Fumetti

Blast from the Past #3 – La Nascita della Image Comics: Parte I

Massimiliano Perrone14 dicembre 2017

Natale 2017 – 5 Comics da regalare!

Andrea Prosperi13 dicembre 2017

Capitan America Presenta: Il Soldato D’Inverno, la Recensione – NO SPOILER

Giovanni Paladino13 dicembre 2017

[SPOILER] Grande ritorno su Doctor Strange

Giovanni Paladino11 dicembre 2017

[SPOILER] Un grande ritorno nell’universo Marvel

Giovanni Paladino11 dicembre 2017

Il primo trailer di Alita: Battle Angel è finalmente arrivato

Matteo Ivaldi9 dicembre 2017