Auguri per la tua morte, la Recensione – NO SPOILER

Cinema
Angelo Tartarella
Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Nato nel 1995 in Puglia, Angelo è, sin da bambino, un lettore vorace e cresce per questo appassionandosi alle storie. Crescendo, s'interessa a quelle raccontate nei film e nelle serie TV, scopre e si appassiona a quelle raccontate nei videogiochi e nei fumetti. Iniziato ai fumetti da Don Rosa ad Alan Moore, Angelo si è presto appassionato a questo mondo, nonostante lui sia principalmente un fedelissimo Disney e Marvel.

Auguri per la tua morte è un film prodotto dalla Blumhouse Productions e distribuito da Universal Pictures. Il film è diretto da Christopher B. Landon, con una sceneggiatura di Scott Lodbell.

La protagonista principale di Auguri per la tua morte è Jessica Rothe, coadiuvata da un cast di personaggi secondari composto da Israel Broussard (Carter Davis), Ruby Modine (Lori Spengler), Rachel Matthews (Danielle Bouseman), Charles Aitken (Gregory Butler), Rob Mello (John Tombs), Phi Vu (Ryan Phan), Caleb Spillyards (Tim Bauer), Jason Bayle (David Gelbman), Laura Clifton (Stephanie Butler), Cariella Smith (Becky Shepard), Tran Tran (Emily), Blaine Kern III (Nick Sims), Dane Rhodes (Poliziotto Santora), Tenea Intriago (Studente che protesta) e Missy Yager (Mrs. Gelbman).

Little talks starts and end here

Auguri per la tua morte, racconta la storia di Tree, una studentessa universitaria che, nel giorno del suo compleanno scopre di essere perseguitata da un killer mascherato, ma lo scopre nel modo peggiore: venendone uccisa.

Questo però sarà solo l’inizio del suo incubo, in quanto ogni volta in cui lei morirà, il giorno del suo compleanno ricomincerà da capo per lei, che sarà anche l’unica a sapere che sta succedendo e che dovrà fare i conti con la necessità di sopravvivere per uscire da quel terribile loop temporale.

Goodbye, Mr Ramis

Auguri per la tua morte appartiene ad un filone horror relativamente giovane che unisce l’horror alla commedia, riuscendo non solo a fare dell’autoironia sul genere, ma anche riuscendo a fornire un film horror lontano da quelle formule preconfezionate che ormai dominano il mondo dell’horror.

Auguri per la tua morte è però basato su una storia originale? Quasi. La regola numero uno di questo genere è partire da una trama che presenta un ambientazione o un argomento già ben noti nel genere horror. Per Tucker and Dale Vs Evil, ad esempio, si parlava della classica ambientazione campagnola degli Stati Uniti settentrionali, in cui degli studenti in vacanza si scontrano con dei campagnoli sospetti, o ancora Quella casa casa nel bosco, che partiva principalmente dal pariodiare l’idea di partenza resa famosa da La Casa di Sam Raimi.

Auguri per la tua morte punta però ad un obiettivo più difficile e oltre a voler parodiare il classico soggetto della ragazza inseguita dal killer violento e psicopatico, aggiunge il cosìdetto l’ingrediente Harold Ramis al tutto.

Harold Ramis è un compianto attore, sceneggiatore e produttore americano, noto principalmente per aver scritto ed essere stato tra i protagonisti di Ghostbusters, è stato anche colui che ha reso possibile la realizzazione di altre piccole perle del cinema, come ad esempio Ricomincio da capo, film con un Bill Murray appunto intrappolato in un loop temporale.

Auguri per la tua morte rivisita Ricomincio da capo in chiave horror ma senza sprecare l’occasione di usare quegli spunti comedy che il plot lascia chiaramente intravedere, ma d’altra parte senza neanche violare le regole base che Ricomincio da capo ha stabilito nel sottogenere che ne è derivato.

Sweet Death(s)

Oltre ad una trama interessante e ben costruita dove anche gli espedienti più inevitabili vengono usati nel modo più originale, Auguri per la tua morte gode di una regia capace, per quanto non perfetta, e di un comparto tecnico capace di stare al passo e di aiutare nell’intessere una storia dove gli effetti speciali e visivi hanno un’importanza superiore a quello che si potrebbe pensare.

L’uso di piani sequenza (anche se brevi) e di scene che, come il sottogenere pretende, si ripetono in modo più o meno sempre uguale, ci chiarisce che Auguri per la tua morte non è stato affatto un film facile da confezionare, soprattutto essendo stato un film a basso budget, ma il lavoro della regia, degli addetti ai vari aspetti tecnici e degli attori si è rivelato più che adatto a realizzare tutto il necessario.

Screem queens e stab kings

In un film horror l’interpretazione viene spesso creduta poco importante, ma in un film commedia la sua centralità è confermata ed innegabile. In Auguri per la tua morte vediamo attori capaci di dedicarsi ad entrambe e di farlo nella stessa pellicola, un qualcosa di più difficile di quanto non si possa credere.

La versatilità degli attori vede la sua massima espressione, in questo film, nella sua protagonista, Jessica Rothe che consegna una performance solida e capace di convincere sempre di più lo spettatore mano a mano che la storia di Auguri per la tua morte si rivela. Ciò non di meno si deve dimenticare l’importanza di quanto fatto anche dagli altri attori, indifferentemente che si parli di personaggi secondari o di ruoli ancora meno centrali.

Qui anche le interpretazioni secondarie sono fondamentali e quello che ne risulta è una performance globale solida e convincente.

Screamy Screamy Run Run

Mentre il regista Landon parla già di un possibile sequel, ecco che noi ci dobbiamo confrontare con l’unico vero problema. Sorvolando il fatto che Auguri per la tua morte non potrà mai, come nessun film, incontrare i gusti di tutto il pubblico (soprattutto se si parla di spettatori che non hanno capito di cosa parlava il film, già dal trailer), il problema principale è uno solo: l’adattamento italiano.

Con il procedere del film le sbavature del doppiaggio e della traslazione sono sempre più chiare e alcune altre emergono con forza quando si confrontano le due versioni, ma fortunatamente non siamo in una di quelle casistiche in cui l’adattamento rischia di rovinare anche tutto il resto, soprattutto perchè si parla di sbavature che non hanno un vero e proprio legame con la godibilità del film.

In conclusione, Auguri per la tua morte è un film consigliatissimo sia a chi a cerca un horror per una volta diverso e originale da guardare, sia a chi cerca una commedia che tenta una strada diversa e interessante.

 

Auguri per la tua morte

Auguri per la tua morte
8.2

Regia

8/10

Sceneggiatura

9/10

Caratterizzazione dei personaggi ed interpretazione

9/10

Effetti Speciali

8/10

Adattamento in italiano

7/10

Pros

  • Trama interessante, scorrevole, capace di sorprendere e coinvolgere
  • Costruzione capace di combinare diversi generi
  • Ottime interpretazioni e attenzione ai dettagli nella presentazione dei personaggi
  • Riferimenti al materiale originale ben inseriti e regole del genere rispettate
  • Effetti visivi e speciali credibili e ben realizzati

Cons

  • Non adatto a tutti gli spettatori
  • Grossi difetti nel doppiaggio e nell'adattamento italiano

Altri articoli in Cinema

Coco: il film Pixar conquista il box office!

Annamaria Rizzo11 dicembre 2017

Avengers 4: Sebastian Stan rivela la possibile data di fine riprese del film!

Alessio Lonigro11 dicembre 2017

Shape of Water: a rischio la vita di Guillermo del Toro

Annamaria Rizzo11 dicembre 2017
ready player one

Ready Player One – In arrivo il romanzo sequel di Ernest Cline

Roberta Galluzzo11 dicembre 2017

Golden Globes 2018: ecco la lista completa delle nominations!

Federica Vacca11 dicembre 2017

Star Wars: Gli Ultimi Jedi – Il film si lancia nella campagna promozionale per la corsa agli Oscar

Federica Vacca11 dicembre 2017