Assassin’s Creed Origins: torneranno le tombe esplorabili come in AC 2

News
Antonio Salvatore Bosco
Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

Appassionato del mondo nerd dalla tenera età di 3 anni quando giocavo a Sonic con il sega master system di mio padre. Amante della scienza e della lettura. Marvel e Disney mi accompagnano ogni giorno da sempre. Pronto a scoprire cose nuove e a farle conoscere agli altri.

In una recente intervista ai microfoni di Official Playstation Magazine, il creative director di Assassin’s Creed Origins, Ashraf Ismail, ha detto che nel nuovo titolo ci saranno alcune tombe esplorabili come accadeva in Assassin’s Creed 2.

Per chi non avesse giocato al secondo capitolo della saga (vergogna!) o per chi non se fosse dimenticato, ricordiamo che in Assassin’s Creed II erano le tombe erano aree segrete opzionali dove era possibile recuperare i sigilli degli Assassini, da collezionare nella cripta di villa Auditore per sbloccare l’armatura di Altair.

Nel nuovo capitolo alcune di queste aree saranno dei dungeon contenenti classici puzzle da risolvere, altre si concentreranno su un’esplorazione più fluida, e altre mischieranno entrambe le cose.

Il team di Ubisoft si è davvero impegnato nel creare queste aree in quanto le tombe sono basate su costruzioni reali, poi replicate quasi del tutto fedelmente all’interno del gioco: gli sviluppatori infatti si sono un po’ sbizzarriti aggiungendo elementi e stanze segrete non presenti nella realtà. Il tutto è stato ricostruito anche con l’aiuto di alcuni storici ed esperti in materia. Le parole di Ubi sono state le seguenti:

“Ci siamo sforzati molto per ricreare queste tombe. Abbiamo mappato tutto ciò che è già stato scoperto, abbiamo immagini e ricerche fatte sulle tombe reali, abbiamo provato a replicarle il più fedelmente possibile. Per esempio la piramide Greca, tutte le sue camere, i corridoi, sono rappresentazioni autentiche. Ora, certo, possiamo divertirci un po’ e andare più in profondità, ovvero quali sono le camere che non sono ancora state scoperte?”.

Ricordiamo che Assassin’s Creed Origins sarà disponibile a partire dal 27 Ottobre su Playstation 4, Xbox One X e PC e che in seguito arriverà anche su Xbox One X, la nuova console di Microsoft che sembra sia la piattaforma che offrirà la versione migliore del titolo.

Altri articoli in News

Titan Comics pubblicherà un nuovo fumetto su Dark Souls

Francesco Damiani17 febbraio 2018

Ubisoft lancia un sondaggio per il prossimo capitolo di Assassin’s Creed

Francesco Damiani17 febbraio 2018

Sea of Thieves, trapelate alcune immagini del mostruoso Kraken

Chiara Parisi16 febbraio 2018

[RUMOR]Metroid Prime 4 potrebbe includere un comparto online ?

Francesco Damiani15 febbraio 2018

Spyro Trilogy Remastered in arrivo in estate su PS4?

Riccardo Cantù13 febbraio 2018

Kingdom Hearts 3: svelati nuovi dettagli sullo sviluppo del gioco

Francesco Damiani11 febbraio 2018