Assassin’s Creed: Origins, il gioco rivela una scoperta resa pubblica da poco

News
Chiara Parisi

Assassin’s Creed: Origins è ambientato nell’antico egitto, terra che da sempre affascina tutti coloro che amano la storia antica, grazie anche alle piramidi, tanto grandi quanto piene di misteri e segreti ancora non scoperti.

Proprio la Piramide di Cheope, presente nel gioco, è la protagonista di questa scoperta. Infatti una recente ricerca, pubblicata la scorsa settimana su Nature: International Weekly Journal of Science, ha permesso di scoprire tramite delle radiografie a raggi cosmici un vuoto enorme, connesso al corridoio che presumibilmente ai tempi d’oro fu usato come ingresso principale.

Prima di essere pubblicata però fu oggetto di molti dibattiti, ma la sua esistenza fu sempre sostenuta dall’architetto Jean Pierre Houdin. Ubisoft ha utilizzato le informazioni ricevute dall’architetto, credendo alle sue teorie, ed ha creato un enorme camera delle ricchezze  da visitare con il nostro protagonista Bayek, che dopo la pubblicazione dell’articolo si è rivelata, almeno in parte, veritiera.

Questo ci conferma ancora una volta che i videogiochi possono non solo divertire, ma anche istruire o approfondire delle conoscenze, come in questo caso, storiche.

E voi andrete a cercare queste camere del tesoro con Bayek ?

Assassin’s Creed: Origins è attualmente disponibile per Xbox One, Ps4 e Pc o date un’occhiata alla nostra recensione.

Fonte

Altri articoli in News

L’ottava edizione dei G2A Deal è Online con cinque titoli a prezzo stracciato

Chiara Parisi17 novembre 2017

Star Wars Battlefront II, Dice rimuove temporaneamente le microtransazioni

Chiara Parisi17 novembre 2017

Ubisoft aprirà un nuovo studio a Berlino che lavorerà a Far Cry

Federico Peres17 novembre 2017

Rainbow Six Siege, annunciato con un trailer un nuovo operatore.

Chiara Parisi17 novembre 2017

Dynasty Warriors 9: annunciata la data d’uscita in Europa

Federico Peres16 novembre 2017

La Terra di Mezzo: L’ombra della Guerra, nuovi contenuti gratuiti in arrivo

Chiara Parisi16 novembre 2017