Animali Fantastici e Dove Trovarli: Ecco le reazioni della critica

Cinema
Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Matera dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma e Dublino. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia alle superiori, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Matera dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma e Dublino. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia alle superiori, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Nelle settimane passate, il film di David Yates Animali Fantastici e Dove Trovarli è passato da spinoff indipendente dall’universo di Harry Potter, a trampolino di lancio per ben cinque film che andranno a costruire una battaglia di magia che coinvolgerà tutto il mondo. Sappiamo che il protagonista dei film sarà Newt Scamander e che vedremo nel casta anche un giovane Albus Silente. Ma come è sembrato questo film ai critici, e cosa hanno detto dopo la prima visione?

Il critico Greg Wakeman di Cinemablend ha dichiarato: “C’è abbastanza romanticismo, capriccio, creatività e una visione che cattura lo sguardo. Questi elementi incantano in Animali Fantastici, ma quando i difetti del film vengono a galla rischiano di rovinare tutto ciò che c’è di positivo”.

animali-fantastici-e-dove-trovarli-featurette-sottotitolata-dietro-le-quinte

The Hollywood Reporter ha detto “Animali Fantastici è molto lontano dalla perfezione, ma è molto ben confezionato, tanto da sembrare splendente”. Hanno aggiunto poi: “La parte del film che tratta della politica della magia, sarà apprezzata maggiormente da chi è avido di conoscere di più dell’universo magico creato dalla Rowling. Senza dubbio ciò sarà molto utile per il proseguimento del franchise, probabilmente. Che sia così o no, nell’insieme la chimica che si crea nel film è sempre correlata al confronto con Harry, Hermione e Ron. Sicuramente la Rowling ha uno sconfinato mondo di tradizioni che ancora non sono state investigate nel mondo da lei creato”. 

C’è poi il punto di vista di Variety: “Sorprendentemente, Animali Fantastici amplifica sia i punti di forza che quelli di debolezza nell’approccio alla materia narrativa attuato dalla Rowling, che si dispiega in questo film dal sapore vintage. Ci sono molte cose che funzionano bene nel romanzo, dove alcuni lettori potrebbero essere, d’altrocanto, tentati a chiudere il libro dopo alcuni capitoli, ma che sono molto meno eleganti sullo schermo, dato che gli spettatori sono, se si può dire, costretti, a sorbire la storia in un’unica seduta. Ma la scrittrice ha sicuramente imparato la cosa più importante dal franchise dedicato a Harry Potter, tornare indietro nel tempo, per creare la fondazione di tutto l’universo da lei creato ed estenderlo in film futuri”.

fb-jb-01450a

Anche MuggleNet ha postato la sua recensione: “Visivamente il film è sbalorditivo. David Yates è cresciuto molto come regista e ciò è evidente, dal momento che questo film è molto più fluido rispetto ai suoi lavori nella saga di Harry Potter. Gli effetti visivi sono magici ma ben ancorati alla realtà, tanto da rendere il film verosimile e organico. Gli animali sono infatti fantastici. L’adorabile e birichino niffler conduce Newt in uno dei momenti più divertenti di tutto il film. La creatura nella valigia di Newt è stata creata con una certosina attenzione ai dettagli. Anche quando queste creature sono create completamente al computer, non risultano mai fuori luogo. Sono miscelate in maniera davvero graziosa nel mondo che la Rowling, Yates e Heyman hanno costruito”.

Su SnitchSeeker, invece, leggiamo: “Il primo Animali Fantastici funziona bene come film a sè stante, se qualcuno avesse detto che questo sarebbe stato l’unico film che che la saga non sarebbe proseguita, probabilmente questo avrebbe già soddisfatto i fan. Tutto sommato il film esce a gestire, in previsione, anche una storyline più ambiziosa. Newt e i suoi amici hanno solo iniziato a combattere per portare le due comunità (magica e non magica) ad una vita pacifica e tranquilla, cercando insieme di proteggere le creature magiche. È un duro compito per un goffo, leggermente misantropo pesce fuor d’acqua come Newt, ma con l’aiuto dei suoi nuovi amici lui riuscirà a farcela”.

animali-fantastici-3_opt

Infine, Uproxx assegna al film un giudizio poco positivo: “Ho apprezzato molto il film, certamente più di quanto pensassi prima di vederlo. Lavorando su una sceneggiatura scritta dalla creatrice di Harry Potter, J.K. Rowling, e lasciando dirigere il film a David Yates (che ha diretto gli ultimi quattro film di Harry Potter), è stato un bel gioco per creare una nuova saga di storie per il franchise, ma sembra troppo familiare. Animali Fantastici e Dove Trovarli, a tratti sembra unico, ma più spesso sembra troppo prendere le fila dal mondo di Harry Potter che già conosciamo”.

Cari lettori, per dire la vostra su Animali Fantastici e Dove Trovarli,  dovrete aspettare ancora qualche giorno. Intanto, fateci sapere cosa vi è sembrato di queste opinioni contrastanti riguardo il film più atteso di questo Novembre 2016.

Altri articoli in Cinema

Thor: Ragnarok – La Recensione in Anteprima [NO SPOILER]

Andrea Prosperi20 ottobre 2017

Iron Man: all’inizio Obadiah Stane non era il villain del film

Alessio Lonigro19 ottobre 2017

Addio Umberto Lenzi: ci lascia il regista all’età di 86 anni

Simone La Ganga19 ottobre 2017

Kevin Smith donerà in beneficenza tutti gli introiti dei suoi film prodotti da Weinstein

Giorgio Paolo Campi18 ottobre 2017

Venom: Jacob Batalon lo vorrebbe nel sequel di Homecoming

Alessio Lonigro18 ottobre 2017

Marvel Studios: Frank Grillo torna a parlare di Crossbones

Alessio Lonigro17 ottobre 2017