Anche Kevin Levine si schiera con Visceral Games

News
Marco Pasqualini
Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Visceral Games, all’indomani della propria chiusura, è stata categorica: i giochi single player sono a rischio e i publisher attuano strategia commerciali a favore delle produzioni multiplayer, delle microtransazioni e, in parole povere, dei soldi facili. A scapito di tutto ciò ci sono quelle case di produzione, come appunto i creatori di Dead Space, che vorrebbero  solamente raccontare una storia e, di conseguenza, rischiano di essere letteralmente stritolate.

Prepariamoci ad una vera e propria campagna che vedrà sicuramente nel prossimo periodo la creazione di schieramenti dei più importanti professionisti del settore e sarà curioso scoprire chi preferisce cosa.

Uno tra i primi a dire la propria è stato Ken Levine, che ci ha regalato i capolavori System|BioShock, ad esprimere il proprio amore verso i giochi single player. E’ praticamente scontato che il numero uno in circolazione nella narrativa videoludica possa schierarsi a favore delle tuonanti dichiarazioni di Visceral Games e ha infatti dichiarato ciò sul proprio profilo Twitter:

Frase semplice ma efficace da cui possiamo dedurre che il nuovo e segretissimo gioco a cui sta lavorando da tempo sarà esponente del proprio schieramento, prevedibile in quanto la serie Bioshock a livello complessivo ha offerto una delle migliori dieci campagne dell’ultimo decennio per qualità narrativa, ambientazioni fuori parametro e inoltre, urge ricordarlo, anche a livello di gameplay.

Come scritto sopra, sarà curioso vedere quali saranno in futuro i pro e i contro, ma soprattutto vedremo quali saranno coloro che non avranno il coraggio di schierarsi e di rimanere fedeli alle mere esigenze dei publisher.

Ricordiamo che Irrational Games, dove lavorava Levine, in passato ha subito la stessa sorte della Visceral Games e alla fin fine a farne le spese saranno solo i videogiocatori, salvo soprese, i quali non potranno più giocare con nuovi capitoli delle due serie sopra menzionate.

 

Altri articoli in News

L’ottava edizione dei G2A Deal è Online con cinque titoli a prezzo stracciato

Chiara Parisi17 novembre 2017

Star Wars Battlefront II, Dice rimuove temporaneamente le microtransazioni

Chiara Parisi17 novembre 2017

Ubisoft aprirà un nuovo studio a Berlino che lavorerà a Far Cry

Federico Peres17 novembre 2017

Rainbow Six Siege, annunciato con un trailer un nuovo operatore.

Chiara Parisi17 novembre 2017

Dynasty Warriors 9: annunciata la data d’uscita in Europa

Federico Peres16 novembre 2017

La Terra di Mezzo: L’ombra della Guerra, nuovi contenuti gratuiti in arrivo

Chiara Parisi16 novembre 2017