Alla ricerca di Dory: record di incassi nel primo week-end di programmazione

Cinema
Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino e Matera. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino e Matera. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Il nuovo film targato Disney-Pixar, “Alla ricerca di Doryè il nuovo campione d’incassi Italiano di quest’ultimo week-end. Con 5,8 milioni di euro, il film d’animazione si piazza in cima alla classifica come miglior opening nel 2016.

Daniel Frigo, amministratore delegato di The Walt Disney Company Italia, ha dichiarato: “Questo eccezionale risultato è forte di un grande lavoro di squadra. Proprio come Dory si tuffa in una nuova avventura insieme a vecchi e nuovi amici, allo stesso modo il team Disney Italia ha saputo agire in base ad una strategia integrata, grazie al supporto di tutti i rami aziendali e ai nostri partner, che hanno contribuito al raggiungimento di questo grande risultato. Ma questo è solo l’inizio e come farebbe la nostra amata Dory continuiamo a ‘nuotare’ verso altri grandi successi.”

Dal comunicato stampa rilasciato quest’oggi dalla Disney Italia, possiamo leggere: “Alla Ricerca di Dory riporta il pubblico nelle ricche ambientazioni sottomarine viste per la prima volta nel film del 2003 Alla Ricerca di Nemo. Secondo Andrew Stanton, i filmmakers hanno affrontato una sfida inusuale. “Nel corso degli anni, le tecnologie a nostra disposizione sono progredite notevolmente”, afferma il regista. “Ma dovevamo mantenerci fedeli all’aspetto e all’atmosfera del primo film. Così, abbiamo cercato di non rendere troppo visibili i vari miglioramenti. L’illuminazione è più complessa. La flora e la fauna sono più dettagliate”.

I filmmakers hanno quindi dovuto ricostruire delle ambientazioni già esplorate tredici anni fa, ma al contempo hanno potuto scatenare la fantasia per creare dei luoghi inediti. “Il film vede la presenza di numerose ambientazioni dalla portata gigantesca”, afferma lo scenografo Steve Pilcher. “Osserviamo le varie ambientazioni tramite primissimi piani e panoramiche. Abbiamo dovuto affrontare moltissime sfide”.

Cosa state aspettando? Se ancora non avete visto questo meraviglioso film, non perdete l’occasione e prenotate i vostri posti al cinema in prima fila.

1152227591670_allaricercadidory_poster

Altri articoli in Cinema

Fox: James Franco sarà l’Uomo Multiplo!

Alessio Lonigro17 novembre 2017

Star Wars – Gli ultimi Jedi: il commento di Rian Johnson per rassicurare i fan

Annamaria Rizzo17 novembre 2017
Flashpoint

Flashpoint – Ezra Miller parla dell’impatto del film sull’universo DC

Luca Paura17 novembre 2017

Il sequel di Animali Fantastici ha un titolo e una prima immagine ufficiale

Matteo Ivaldi16 novembre 2017

Auguri per la tua morte, la Recensione – NO SPOILER

Angelo Tartarella16 novembre 2017

Marvel Studios: Kevin Feige parla dei prossimi film

Alessio Lonigro15 novembre 2017