Alien 5 è stato rinviato

Cinema
Marco Pasqualini
Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

E’ la stessa Sigourney Weaver ad annunciarlo : Alien (2.)5 è stato rinviato. Sembrerebbe che ci fosse lo zampino di Ridley Scott dietro il tutto, il quale non vedrebbe di buon occhio un film sugli xeno a ridosso della sua trilogia, partita, onestamente, non molto bene con il primo, sincretico e inconcludente Prometheus.

Come sappiamo, l’Alien di Neill Blomkamp dovrebbe essere il sequel spirituale di Aliens e potrebbe ricollocare nella scacchiera i vari Hicks, Newt, Bishop (intero) e magari Hudson (le vie della clonazione possono essere infinite), ossia tutti quei personaggi che l’Alien 3 di David Fincher aveva ucciso o reso spazzatura parlante.

I concept diffusi sembrerebbero testimonianze di un futuro alternativo della serie in cui la Compagnia ha avuto la possibilità di utilizzare gli xeno come armi biologiche e magari aver integrato la biotecnologia aliena a favore degli esseri umani. Lo stesso Neill Blomkamp ha diffuso qualche foto del nuovo aspetto del fucile ad impulsi M41 facendo sbavare i fan e ogni tanto fa capolino con qualche dichiarazione shock.

Vista la piega degli eventi  non sarebbe da escludere una possibile cancellazione di un progetto che, vista l’età dei personaggi più amati, potrebbe essere già fuori tempo massimo e la stessa Weaver, che aveva negli anni rifiutato di tornare nel ruolo, ammette di  essere stata colpita dallo script di  Blomkamp, ritenendolo una doverosa chiusura del cerchio. Uno dei motivi per cui aveva sempre accantonato i progetti è per colpa di sceneggiature ambientate sulla Terra; l’attrice ha sempre dichiarato che l’ambientazione terrestre non si adatta alle storie degli Xenomorfi, ma il progetto Alien 5 verrà ambientato proprio lì e di conseguenza per aver convinto la Weaver deve  essere sicuramente una sceneggiatura, gioco di parole, spaziale.

Alien: Covenant di Ridley Scott uscirà il 4 agosto 2017 nelle sale e nelle prossime settimane è atteso il primo trailer, l’Alien 5 di Neill Blomkamp è, ripetiamo, purtroppo ancora fermo ai box .

Piccola postilla: segnaliamo che sia l’ottimo Alien: Isolation (che potrebbe essere convertito per la VR) e il debole Aliens: Colonial Marines (e il suo DLC su Hicks) sono stati segnalati come canonici e sarà interessante vedere quali saranno i progetti cinematografici che ne terranno conto.

 

Altri articoli in Cinema

John Lasseter lascia la Pixar per sei mesi a causa di “comportamenti inadeguati”

Matteo Ivaldi22 novembre 2017

Box Office e Cinecomics: analisi e confronti di un 2017 da ricordare

Andrea Prosperi22 novembre 2017

Justice League: poster inquietante nei cinema cinesi

Annamaria Rizzo21 novembre 2017

Star Wars: Gli ultimi Jedi – Nuovi dettagli sulle “volpi di cristallo”

Giorgio Paolo Campi21 novembre 2017
Molestie a Hollywood, Kevin Spacey

Molestie a Hollywood: Kevin Spacey è entrato in rehab ma altri big sono sotto accusa

Nicoletta Salvi21 novembre 2017

Marvel vs. DC: parla il co-sceneggiatore di Doctor Strange

Alessio Lonigro21 novembre 2017