5 Buoni motivi per leggere Champions

Fumetti
Andrea Prosperi
Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.
@Www.twitter.com/Zero_Borja

Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.

In giugno arriva in Italia l’ultimo rilancio Marvel, successivo a Civil War II. Parliamo dunque di Marvel NOW, che coinvolge il riavvio di diverse testate, la prosecuzione di altre, e soprattutto la nascita di nuove, come la sopracitata Champions.

Prendendo in prestito il nome della vecchia squadra di qualche decina di anni fa, infatti, Waid unisce in un nuovo supergruppo alcuni dei più importanti tra i giovani eroi, allontanandoli dai Vendicatori, e donando loro un percorso decisamente più personale. Noi di Nerdplanet.it volevamo suggerirvi cinque motivi per cui dare una occasione a questa nuovissima testata!

Dedicata ai giovani

Se c’è una cosa che la Marvel odierna ci ha insegnato è che il fumetto può davvero raggiungere tutti. La formula adottata dalla Casa delle Idee è quella di avere serie per ogni gusto, che sappiano quindi dedicarsi ad un target ben specifico all’interno dei lettori. Champions nasce infatti per incarnare lo spirito degli adolescenti di oggi, una ribellione ad un mondo precostituito che si muove a volte in maniera assurda. Separando questi eroi dai Vendicatori si predilige così renderli più autonomi, meno legati ai capricci e alle decisioni, a volte controverse, degli adulti. Per questo forse non è una lettura indicata alla “vecchia guardia”, ma in fondo non vuole neanche esserlo. Contestualizzare la lettura di Champions è il migliore modo di apprezzare questa serie.

Originale

Champions non vuole sostituite i Vendicatori, e neanche prova a farlo. Parliamo sì di un supergruppo, ma che negli ideali e nelle prospettive non ha nulla a cui vedere con il gruppo ammiraglio di Casa Marvel. Per cui, per chi avesse paura di vedere l’ennesima squadra di Vendicatori, sappiate che le vostre paure sono infondate. Champions punta su tutt’altro terreno, verso quei crimini così ignorati dai “grandi” eroi. E anche dal supergruppo omonimo viene preso esclusivamente il nome, ma neanche con la volontà di richiamarsi, visto che non c’è nulla in comune, ma a causa della spinta di un nome simile: i ragazzi vogliono essere infatti i “Campioni” della gente comune, quegli eroi pronti a lottare contro le ingiustizie di ogni giorno, con quell’idealismo di cui solo gli adolescenti possono essere in grado.

Waid e Ramos

Il team artistico è davvero tra i migliori nell’attuale panorama fumettistico. Waid sta vivendo una seconda giovinezza, che lo ha portato negli ultimi anni a serie davvero molto apprezzate, come Daredevil e Vedova Nera, in coppia con Samnee. Oltre a ciò ha raccolto i Vendicatori nella Nuovissima Marvel, lo scorso rilancio, e adesso sta portando avanti in parallelo sia la testata classica, rinnovandone i membri, sia Champions, donando quindi ai lettori sia storie classiche che più sperimentali.

Ramos invece sembra essere il disegnatore perfetto per questa serie, con il suo stile decisamente fresco e divertente, assolutamente adatto ad un tipo di storie di questo stampo. Notevole l’impegno nel rappresentare una squadra di giovani che, per definizione, non sono ipertrofici, e che quindi hanno bisogno di essere raffigurati in maniera più leggera e meno seriosa.

Il Team

Un team formato da alcuni dei personaggi più apprezzati degli ultimi anni. Come leader troviamo Miss Marvel, Kamala Khan, personaggio che continua a riscuotere successi, colei che sta svolgendo oggi il ruolo che decenni fa fu dell’Uomo Ragno, facendo da ponte verso i giovani, dando loro un qualcuno in cui specchiarsi, nel difficile mondo dell’integrazione. Al suo fianco l’Uomo Ragno dall’Universo Ultimate, Miles Morales, che si è conquistato una sua dignità e una sua indipendenza, senza essere una “copia” di Peter Parker, grazie al lavoro di Bendis e Pichelli. Nova, Sam Alexander, che continua nel difficile compito di erede di Richard Rider. Amadeus Cho, il nuovo erede di Hulk, il genio che da una decina d’anni ha accompagnato Bruce Banner in varie avventure. Il Ciclope proveniente dal passato, oggi con gli All New X-Men. E infine Viv, la figlia di Visione che abbiamo conosciuto nella straordinaria miniserie dedicata al sintezoide. Un team che sa dunque il fatto suo, e che finalmente rende indipendenti questi eroi dalle ingerenze dei personaggi adulti.

Un euro

Il primo numero lo trovate in edicola e in fumetteria dalla scorsa settimana, al prezzo di un euro! Un’occasione da non perdere, per poter provare con mano questa nuova testata, che dal mese prossimo diventerà un classico mensile, contenente la testata di Nova (col ritorno di Richard Rider), al costo di 2,90€. Non fatevi dunque sfuggire questa opportunità, al costo di un caffè, e scoprite i Champions insieme a noi!

Altri articoli in Fumetti

Second Sight Vol. 1, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella14 novembre 2017

Mob Psycho 100 #1: Non Stressate Quel Ragazzo

Redazione11 novembre 2017

The Wicked + The Divine Vol. 1-3, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella10 novembre 2017

DRAGON BALL QUIZ BOOK: SOLO PER VERI SAIYAN!

Redazione10 novembre 2017

Landis, Camuncoli e Skybound: arriva GREEN VALLEY

Redazione10 novembre 2017

Witch Doctor #1, la Recensione – No Spoiler

Angelo Tartarella9 novembre 2017