2016/2017 la stagione dell’Alieno

Cinema
Marco Pasqualini
Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Nato nel 1982 Marco è un ragazzo di città che ama la campagna più del multiplayer, pratica la monogamia su console, ne ama una alla volta anche se spesso si concede qualche scappatella su PC.

Gli alieni stanno arrivando e/o tornando. Tre su tutti i titoli che andranno a rinfrescare un genere, quello della fantascienza extraterrestre, alquanto stagnante negli ultimi anni. Non a caso l‘unico film degno di nota ultimamente è stato lo spin-off di Cloverfield, il solo ad essersi distinto per originalità e sostanza pur essendo una contaminazione di generi.

Il primo in arrivo (8 settembre) sarà il sequel di Indipendence Day, uscito nelle sale statunitensi a giugno. Ambientato molti anni dopo la disastrosa guerra, proseguirà la storia in cui l’umanità è progredita tecnologicamente grazie ai ritrovati alieni e si presenterà pronta ad attendere al varco i bellicosi invasori. Interessante mix tra i vecchi personaggi e nuovi innesti  con un strana atmosfera old style tutta da scoprire per un film che sembra teoricamente uscito fuori tempo massimo. Curiosa la maniera con cui è stata giustificata l’assenza di Will Smith dal cast: “è morto in un incidente aereo ma c’è un ragazzo di colore che interpreta suo figlio e fa il pilota di caccia“.

A Venezia verrà invece presentato Arrival, Thriller sci-fi del mai banale Denis Villeneuve (Sicario, Prisoners), in cui Lois Lane, scusate, Amy Adams, interpreta una interprete(!) linguista, alle prese con una corsa contro il tempo in cui dovrà cercare risposte circa dei misteriosi gusci giganti fluttuanti arrivati nel nostro pianeta, spalleggiata da Occhio di Falco/Jeremy Renner (il quale si ostina in ruoli seri nonostante la sua tipica espressione sembri quella di uno pronto a dire una fesseria). Sperando non faccia la fine di Ultimatum alla Terra (il remake), il film si pone come provocatorio e nel trailer non vengono mostrate immagini esplicite degli alieni e, ovviamente, le loro intenzioni. Uscita, 24 novembre.

La prossima estate sarà la volta del nuovo film  della saga sugli xenomorfi, già dal titolo, Alien: Covenant, più allineato verso la saga originale, fortunatamente pare discostarsi come approccio da quel mezzo episodio di Lost che fu Prometheus. Continuando la storia da dove l’avevamo lasciata, il protagonista sarà David, l’androide che, secondo i rumors, dovrebbe avere il dominio di un pianeta paradisiaco e la conoscenza dell’oscura tecnologia degli ingegneri tutta per se’. Covenant sarà il nome dell’astronave il cui equipaggio  avrà la sfortuna di imbattersi in questo pianeta. Promessa la doverosa presenza degli xeno e relativi, potrebbe essere curiosa l’idea che i temibili alieni siano in realtà una creazione e/o mutazione filo umana oppure che siano istintivamente inclini ad attaccare soltanto gli umani (passi il cane utilizzato per riprodursi in Alien 3, ma nessuno si è mai chiesto perché l’alieno del primo episodio non abbia dato la caccia anche al gatto?). Fantasiose teorie a parte, dovremo attendere agosto 2017.

Altri articoli in Cinema

Fox: James Franco sarà l’Uomo Multiplo!

Alessio Lonigro17 novembre 2017

Star Wars – Gli ultimi Jedi: il commento di Rian Johnson per rassicurare i fan

Annamaria Rizzo17 novembre 2017
Flashpoint

Flashpoint – Ezra Miller parla dell’impatto del film sull’universo DC

Luca Paura17 novembre 2017

Il sequel di Animali Fantastici ha un titolo e una prima immagine ufficiale

Matteo Ivaldi16 novembre 2017

Auguri per la tua morte, la Recensione – NO SPOILER

Angelo Tartarella16 novembre 2017

Marvel Studios: Kevin Feige parla dei prossimi film

Alessio Lonigro15 novembre 2017